Beppo e Bosss: Speciale Estero 2

Buonasera e bentornati amici forumisti al BeppoStudio dove andremo a proseguire col secondo appuntamento con lo speciale "forumisti esteri". In questi speciali ci racconteranno le loro esperienze lontani dalla Patria .
Fralex la scorsa puntata per molti versi ci ha colpiti molto, e mi fa piacere che questa rubrica dia la possibilità di scoprirci un po’ meglio rispetto alle abituali diatribe calcistiche e fantacalcistiche.
Ma veniamo al nostro ospite di oggi. Bando agli indugi e vado subito a presentarvi….

The Bosss

Buona lettura amici!

———————————

Allora.. personalmente sono una persona che sto molto molto bene a casa, a Padova, a Milano dove vivo. Però fin da piccolo ho avuto la passione di viaggiare, andare in un posto lontano da casa, ma non per interessi prettamente turistici ma proprio perchè sono curioso di vivere la quotidianità in un altro paese.. solo cosi secondo me si riesce a capire un’altra nazione.. ed è questa cosa che mi appassiona..

Diciamo che sicuramente sono stato fortunato ad avere una famiglia alle spalle che mi ha sempre spinto e supportato, anche economicamente, le scelte che ho fatto e grazie a loro negli ultimi 5 anni ho avuto la possibilità di vivere, per piu di 3 mesi, in posti nettamente diversi ma affascinanti allo stesso tempo, come San Diego, Shanghai e ora Parigi.. Le cose che queste città mi hanno lasciato è veramente impressionante…

La tranquillità e la solarità di San Diego mi è restata ancora nel cuore e un giorno ci vorrò sicuramente tornare.. Il campus che si trova sulla collina di La Jolla e che da direttamente sulla spiaggia ogni tanto me lo sogno la notte e sicuramente nei prossimi anni, quando lo rivedrò, mi farà tornare in mente tanti bei momenti e tante risate universitarie…

Shanghai per me rappresenta una cosa totalmente diversa.. non era il classico erasmus ma il primo anno di una specialistica abbastanza impegnativa.. un anno a Shanghai rappresentava l’inizio di un’ avventura stimolante non tanto per l’ anno di studio all’estero o le visite della città che effettivamente non offre molto dal punto di vista culturale ma per la sua natura di città piena di contraddizioni ( è molto europea/americana) e perchè ha rappresentato per me la fonte per milioni di altri viaggi molto interessanti. La Cina non è solo al centro dell’economia attuale ma è anche al centro di un continente che mi ha sempre incuriosito, come il Vietnam, il Laos, la Cambogia, la Thailandia, Mongolia, Tibet e Nepal.. Purtroppo non sono riuscito a vederli tutti, e i nostri amici Fralex e Superpadre sanno che ho tentato di contattarli perchè sarebbe potuta essere una buona occasione per me per incontrarli, come dire, "in trasferta"… non ce l’ho fatta per vari motivi ma l’amore per quelle terre è intatto… ho visto luoghi eccezionali, ho visto persone la cui umiltà e purezza è rimarcabile, ho conosciuto culture che tutt’ora non conosco perfettamente ma che dovrebbero essere approfondite molto.. 1 anno eccezionale direi, 1 anno che mi ha formato accademicamente e che mi ha fatto sentire piu sicuro di me stesso..e direi anche un pò più.. grande.. Dal punto di vista accademico, il programma è stato davvero eccezionale…Un corso di international management come il mio ha senso solo se viene accompagnato da eventi extracurricolari che supportino tutta la teoria che ci viene impartita.. cosa meglio di shanghai?? abbiamo assistito a numerosi incontri, con dirigenti di Ducati, Ferrari, Zegna o anche con istituzioni, quali la Camera di Commercio, il consolato grazie ai quali ci sono stati illustrati i rapporti attuali tra Italia e la Cina e quali sono le future prospettive…

Infine ora e dal 7 gennaio che sono a Parigi, direi una città molto più vicina rispetto alle esperienze precedenti, sia geograficamente che culturalmente, e non a caso rappresenta probabilmente la prima città nella quale ho pensato e penso tutt’ora possa essere la città in cui fermarmi semi-definitivamente.. una città splendida.. ora sono lì per un internship alla Fiat, domani chissà… di certo sto vivendo un’esperienza positivissima… Più sullo specifico, sono l’assistente del segretario generale e seguo il progetto interessantissimo dell’apertura dello show room a Parigi, sugli Champs Elysees.. L’apertura è prevista per il primo Giugno, salvo ritardi.. Un lavoro molto divertente, che mi permette di relazionarmi con le persone e rispolverare il mio francese scolastico.. probabilmente ci potrebbero essere anche le premesse per continuare a lavorare lì, dopo la laurea però il potere decisionale di Fiat Francia è forte solo nel commerciale e nel marketing, cose che in questo momento non mi interessano.. vedremo fra qualche tempo se cambierò idea…
Per concludere, come potete vedere, io stesso non ho le idee chiare per quanto riguarda il futuro, non so se alla fine questa mia passione di viaggiare verrà soddisfatta solo durante le ferie, o quotidianamente… molte variabili sono in ballo.. di certo ho milioni di idee.. ora manca solo che si presentino le opportunità e poi vedremo…
a presto

Niccolò

P.S: il forum lo seguo sempre.. scusate se non sono più presente come 4 o 5 anni fa quando avevo 4 profili e 22 squadre ma vi seguo sempre e non sparirò mai, senza avvisare per lo meno…
———————————

Molto bene! Ehhhhh sì, lui sì che è fortunato! :asd: :asd: Comunque Boss ha scritto questa intervista dall’Australia! :O
Ciao a tutti e alla prossima!

Beppo e Fralex: Speciale Estero 1

Buonasera e bentornati al BeppoStudio, che oggi interrompe momentaneamente la classica edizione del Faccia a Faccia, terminata l’anno scorso con scarso successo con un intervista da parte di SPP al sottoscritto. :asd:

Quello che volevo fare era una breve serie di puntate dedicate ai nostri forumisti residenti all’estero, per approfondire un po’ meglio la loro esperienza lontani dall’Italia.

Fra questi seguiranno (appena mi mandano il materiale) Boss, SPP, Giovanni ( se lo si ricupera dal Congo), mentre Sprawl è purtroppo troppo intento a studiare la luce, anche se forse un giorno mi farà avere qualcosa :asd:
E poi… sorpresa magna! Uno dei nostri forumisti se ne andrà a lavorare, pensate un po’, in Iran, ma chiederemo sue notizie dopo che magari avrà cercato di ambientarsi.

La domanda è: ma chi ci può essere oggi? Beh basta fare 2 + 2 e si arriva al caro buon

Fralex

A lui ho chiesto le motivazioni per le quali si è trasferito all’estero e dettagli sulla sua avventura che avrà libertà ampia di raccontarci con le sfumature che meglio crede.
Buona Lettura!

———————————

Le motivazioni potrebbero essere molteplici. Una delle quali, e’ sicuramente quella di essere un giramondo, posso vantarmi di aver visto tutti e 5 i Continenti.

Fin da piccolissimo il mio sogno era viaggiare ( nel senso lato della parola ) non come si viaggia adesso in certi casi.

Ma quello che mi ha spinto definitivamente a lasciare l’Italia e Como il mio paese di adozione nei primissimi anni 60 e dopo tanto girovagare sempre in vacanze all’estero di cui l’ultima meta e’ stata la Thailandia e precisamente a Phuket (qualcuno potrà pensare meta di puXXanieri ) ma fortunatamente non e’ cosi……posto Incantevole Gente genuina e cortese cose che in altri continenti tranne l’Africa non ho mai potuto apprezzare. Tornando alle motivazioni e’ stata una cosa improvvisa durante una giornata di lavoro poco dopo essere rientrato proprio da una delle vacanze a Phuket fumando una sigaretta e raccontando agli amici di reparto parte delle mie vacanze, dissi io me ne andrò a vivere li. Chiesi 6 mesi di Aspettativa… feci il Biglietto e ripartii neanche dopo 1 settimana. Premessa: nei 4/5 anni di vacanza precedenti ho alloggiato sempre nello stesso villaggio il Coconat Village e avevo un bel Legame di Amicizia con la Famiglia Thailandese proprietaria del villaggio quindi sulla carta lo consideravo un punto *sicuro * di partenza o perlomeno un punto d’appoggio non Indifferente. In questo periodo mi sono guardato un po’ in giro per vedere eventualmente che tipo di attività avrei potuto intraprende in base alle mie finanze non troppo Floride. Parlando del mio sogno con Mister Chaa Proprietario del Coconat mi promise un pezzetto di Terreno del Villaggio che dava sulla strada completamente Gratuito per aprire all’Interno del Villaggio una Piccola Gelateria Teoricamente avrebbe dovuto servire principalmente i Clienti del posto. In precedenza avevo conosciuto il Proprietario di una Gelateria Italiana molto conosciuta e Frequentatissima da Turisti, gli chiesi se avrebbe potuto aiutarmi nel caso in cui avessi provato a intraprendere questa attività a me completamente sconosciuta. Altra premessa: questo Italiano e’ Genovese e tra me e me ho pensato al momento col ca… che mi da delle dritte… invece fortunatamente sono stato smentito mi diede tutte le dritte per comprare le vetrine a Bangkok e tutto l’occorrente per avviare la Gelateria (previo contratto verbale che avrei comprato le vaschette di gelato da lui :asd: :asd: mica Genovese per niente).

Quindi essendomi fatto l’idea, ritorno in Patria e do’ le dimissioni raccolgo la liquidazione vendo la mia Thema 2000 IE mia Mamma e mio Padre mi regalano il milioncino (di lire naturalmente ) e Viaaaaaaaaaa con questa avventura … che proprio di Avventura si tratta… perchè 2 vetrine con 16 vaschette di Gelato di vari gusti, anche se coperti da una Capanna di paglia sono sempre 40* a picco ed ecco i primi problemi!! Il Gelato che non tiene la temperatura, la Corrente che a giorni mancava per diverse ore dopo pochi mesi sono andato in grave difficoltà tempo 3/4 mesi attività conclusa con perdite non Indifferenti ma Io Caparbio trovo 2 Ristoratori e gli propongo le vetrine da comprare, chiaro che in un luogo coperto non avrebbero avuto grossi problemi, perdendo una piccola percentuale delle mie spese riesco a Piazzarle e recuperare parte del Capitale… e via a cercare qualche altra attività per fare in modo di Permettermi di Sopravvivere. Vengo a conoscenza di 3 Italiani che gestiscono un villaggio Turistico, li frequento, gli accenno dei miei Problemi e loro dopo poco tempo mi propongono sempre all’interno del loro villaggio (loro facevano solo ristorante all’interno del villaggio e naturalmente gestivano 24 camere per turisti ). Anche loro avevano un bel pezzo di terra e mi proposero partendo da 0 di creare un Bar con Biliardo e TV con Parabola per riuscire a prendere le Partite del Campionato Italiano. Fiuto che l’affare visto tutta la clientela che avevano avrebbe potuto funzionare, decido per il si ma gli chiedo un Contratto a Lungo termine che mi avrebbe consentito di poter lavorare tranquillamente e recuperare gran parte degli investimenti. Gli strappo un contratto di 3anni +3+3 quindi Teoricamente per 9 anni avrei potuto Lavorare in tranquillità avvio l’Attività prendo Parabola Satellitare Biliardo Macchina da Espresso, Pane e Mortadella e con il Calcio Italiano l’Attività funziona alla Grande!!! In pochi mesi tutti i Residenti Italiani e non, sono Frequentatori del mio Locale. In pochissimi mesi rientro del capitale speso e vado ala Grande con gli Incassi.penserete, che culo!! NO! ITALIANIIIIIIIIIIII. Chi mi ha dato l’Opportunità dopo 3 anni me l’ha tolta dicendomi che purtroppo la Padrona del terreno avrebbe venduto tutto e di conseguenza Loro e Io compreso saremmo restati senza attivita’ ( e Caddi la Senconda volta ). Smantello tutto quello che non e’ fisso, trovo un magazzino e ci butto tutto dentro con tanta Rabbia. Ricerco un altro locale dove poter riaprire la mia attività, nel frattempo faccio il Turista.

Ma la cosa che mi Ferisce di più e’ la falsità di queste * persone * Insomma non era vero che saremmo dovuti andar via tutti, loro visto gli incassi giornalieri dopo 3 anni mi hanno dato il benservito ITALIANIIIIIIIIIIIIII

Ma forse alla fine questa e’ stata la mia Fortuna, Conosco nel frattempo la mia Compagna attuale la metto al corrente dei miei Problemi e di cosa avrei potuto cercare ancora, Lei mi indica un Villaggetto in disuso quasi abbandonato ( quello che ho adesso ) con 13 camere Indecenti con Bar adiacente e sala Biliardo il tutto su 920 MQ di Terreno quindi appuntamento con il Proprietario con la Mia Compagna che ai tempi non lo era ancora e che mi aiuta nella traduzione, riesco a strappare un contratto Ventennale ( ma questa volta lo Registro Regolarmente al Catasto ) trovo nel frattempo 2 Soci perchè per ristrutturare e rendere operativo il Villaggio Finanziariamente non potevo farlo da solo e cosi’ inizia le Terza Avventura finalmente, THAILANDESIIIIIIIIIIII.

Negli anni 90 c’è il Boom di Turismo in fretta e furia con una parte del Terreno Incolto facciamo altre 8 Camere mai Investimento fu’ più prolifico altri 2 anni e decidiamo di sfruttare un altro pezzo di terreno e facciamo altre 6 camere fino ad arrivare alle 26 attuali.

Finalmente si respira 4 anni di lavoro non stop, mi sono creato una clientela invidiabile………sembrava troppo bello, ma gli appuntamenti con gli imprevisti purtroppo non sono mancati indipendentemente dalle mie volontà….
1) I Polli con l’influenza
2) Colpi di Stato
3) Varie ed eventuali

E questo meriterebbe un capitolo a parte, lo Tsunami, non perchè (almeno per me ) ha intaccato notevolmente l’attività turistica, ma per il Tragico Avvenimento che ha Spezzato la Vita ed il Cuore a un’Infinita’ di Famiglie una Tragedia che nessuno si aspettava di questa enorme Dimensione. ma in realtà tutti ci si aspettava (eravamo allertati per attentati vari ) ma che la Natura ci Colpisse cosi Violentemente assolutamente no!!
2 Anni di stenti nel vero senso della parola, tanti progetti per la testa, persino quello di prendere la mia famiglia e tornarmene in Italia ma nonostante tutto, decido di restare chiedo prestiti alla mia famiglia e riesco a mantenere famiglia, casa, e villaggio, insomma il peggio sembra che sia passato, ora si aspetta che ritorni il turismo e’ cosi’ e’. Si ritorna a lavorare e con più entusiasmo di prima Phuket e’ ripresa d’assalto dal turismo, ma la nota positiva e’ che questa volta le Famiglie sono numerosissime e di conseguenza l’immagine *distorta* che aveva in precedenza sembra rivalutata.
———————————

Alla facciazza di chi dice che Fralex è un vecchiaccio! Avete visto che coraggio? Come ha deciso di affrontare la vita?
Le sue parole mi hanno colpito molto per l’intensità con la quale le scriveva, pensando al sottoscritto, non penso sia stato proprio facilissimo aprirsi come ha fatto.

Cosa dirvi? Arrivederci alla prossima e tanta fortuna al nostro Fralex!

In quanto a voi ripropongo il link dell’ultimo Faccia a Faccia dell’anno scorso che pochi hanno letto per via delle vacanze, non fosse altro che per premiare SPP e Alex Pinturicchio per i loro sforzi. :nworthy:

http://community.videogame.it/forum/t/344988/

Ah dimenticavo… Fralex deve avere delle doti nascoste per avere una moglie così….
Guardate questa immagine :O

Beppo e SPP: intervista natalizia

Scusi, per il Beppo Studio ?
Trentanovesimo piano, scala B
Scala a pioli, chi l’avrebbe mai detto…Come faccio ? Idea geniale…

Di rimpetto, guarda il caso, c’è un negozio di divise, di divise da pompiere.
Mi dia quella…

Le sta bene
Io la indosso e vado su.
Beppo, oh Beppooooo…
SuperPadre, desidera ?
Gnam.
E Panino è sistemato. Faccia a faccia e niente intruso.

SuperPadre, quale onore !
Sciur Beppone, è un mio piacere ! Sono qui per l’intervista.
Dove poso pompa e casco ?
Può cader dove le pare, come fosse a casa sua
Grazie mille, cominciamo ?
Sono a sua disposizione

Sciur Beppone, ci dica…Prima volta con ‘na cica ? Com’è andata ? Strapazzata ?
Devo dire che come prima domanda mi mette subito in imbarazzo signor SuperPadre, lei dovrebbe indossare gli occhiali scuri e gli abiti delle Jene!

Spp :cool:
Beh, che dire? Sono sempre stato un gran timidone, e nell’oratorio che frequentavo usualmente vidi una ragazza che giocava a pallavolo e tutte le volte che colpiva la palla in maniera goffa io la imitavo da bordo campo e così la conquistai. Avevo 17 anni e lei ne aveva 15, pudica come non mai.

Spp :zzz:
La portai dietro nel retro di un carcere (che posto romantico) e provai una strana senzazione poggiare le mie labbra sulle sue e … andare oltre.

Spp :sbav:
Allora lei era veramente pudica, avemmo una relazione per circa un anno e mezzo e me la ritrovai 8 anni dopo a lavorare nel ristorante dove ero direttore, e stavo già con una mia collega…

Spp X(
Fui totalmente imbarazzato, ma nonostante la mia natura fedele, la volli come amante ancora una volta, non fu facile tenere entrambe le relazioni. Lei si era come trasformata, era diventata da ragazza pudica a maga del sesso…

Spp :clap:
Voleva sempre stare sopra e condurre il gioco, e guai a non soddisfarla oralmente tutte le volte prima di iniziare le danze vere e proprie…. Per la cronaca il gioco durò circa 2 anni.

Vuole per cortesia raccontare ai Bambini che ci leggono, con parole sue, che domande le faceva la Maga Maghella prima del Ballo del Gagà vero e proprio ?
Le vietava di respondere per scritto ?
Perchè non scendeva mai le scale e si intestardiva a star su, a condurre il gioco ?
Beppone :-|

Ha 2 anni di tempo per respondere, ma col cappio che si uscirebbe per Natale col faccia a faccia
Tu scendi dalle stelleeeeeeeeeeeeeeeeee……O Re del cieeeeloooo……..
Il Natale: da Giuseppe a Beppone il passo è breve.
Il Presepe. Viene spontaneo cantare e pensare a un presepe.
Lei fa’ il teatrante ed è la Persona più adatta per immaginarne uno coi fiocchi, con le statuine dei forumotti.
Beppone X(

Lei fa’ le coppie e Pinturicchio fa’ il fumetto dei prescelti. Un Presepe di forumotti a fumetti.
Poi veniamo al Beppone restoratore, un come e un perchè.
E alla Sua Storia.
A cominciare dal nome, verso il Beppon profondo. Scavando.
Lei si metterà a nudo e bando all’imbarazzo…
C’è chi ce l’ha più piccolo.
Il racconto.
Le chiederò cos’è per Lei il Natale…E come lo vive ogni giornata che passa. Le chiederò di qualche quando e di tutti i suoi giochi preferiti, dagli anni settanta a stamattina. Le chiederò cos’è per lei il lavoro, da direttore e da diretto. Cos’è dentro di lei il Teatro, com’è arredata la sua casa. Le chiederò il podio dei suoi sbagli e se son diventati tre remorsi. Le chiederò tre sogni realizzati e uno no. Le chiederò i tre momenti più neri e la massima gioia. Le chiederò dei tempi della scuola, liceale di lungo corso. Le chiederò il suo gol più bello e parleremo del ruolo suo preferito sul campo da pallone. Le chiederò…..E altro le chiederò.

I più sensibili ai sapori dell’anima, però, vogliono veder subito il fantapresepe del Beppone.
Diamo a loro la precedenza assoluta.


IL PRESEPE FORUMOTTO,

Regia: Beppone
Fumetti: Pinturicchio   
L’Arcangelo Gabriele lo fa’…Torre
Maria la fa’…Arichan
Giuseppe lo fa’…Superpadrepio
Gaspare, Melchiorre e Baldassarre li fanno… Fralex, Lallo, Pezzotto
Tre pastori li fanno…TonyManero,Tittore,Carea
Quattro pecore le fanno…Zande,Zhaman,Mike,Razor
Caganer lo fà… Beppojosef
Meraviglia la fà… Lucy
Il cammello lo fa’…Wfw
Un fabbro lo fa’…AlexPinturicchio
Il muratore lo fa’…Jdn
Lo zampognaro lo fa…Dennis Bergkamp
L’asino lo fa’…Kaiser
Il bue lo fa’…Globo
Benino lo fa’ Marcomix

clicca per ingrandire il presepe

uahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuah
Pinturicchio ce fa’ ride…uhuahuahuahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuah

Sir Alexander al Beppo Studio, un meracolo natalizio di SuperPadrePio….
Beppone, prima della sua Storia… Cos’è per Lei il Natale ? Come lo vive un giorno dopo l’altro ?
Da cristiano per me il Natale è la nascita di Gesù e non solo una festa pagana quale è per molti oggi. Il Natale di oggi è consumismo, pensare ai regali da fare, e anche come riciclare quelli degli anni passati. Purtroppo non sono un buon cristiano e ammetto di non vivere il Natale proprio tutti i giorni. Ad ogni modo io cerco tutti i giorni di applicare la mia filosofia che ho scritto anche sulla mia firma, "se si vuole dare un senso alla propria vita, non occorre pensare di diventare dei grandi, ma si deve partire dal fare ogni giorno un qualcosa di piccolo all’interno del proprio micromondo". Detto questo non riuscirò mai a placare il mio animo ribelle verso le ingiustizie e gli ingiusti. Un giorno andai da un prete a chiedere lumi sul fatto che ho taciuto su un mio compagno di classe che mi mandò all’ospedale in seguito a una discussione. Io dissi al prete che non l’avrei denunciato perchè lui (il prete) diceva sempre di perdonare il prossimo, e che in fondo era stata una bravata non voluta. Il prete mi rispose che anche Gesù si arrabbiò con i mercanti che invasero il tempio. Il prete aveva ragione: buoni sì, ma bisogna anche saper alzare la voce in alcuni momenti…

Spp :zzz:
SUPERPADREEEE SI SVEGLI !!!!!!!

Chivalà ? Ah, l’intervistato…Tiremm innanz…
La sua Vita in tre minuti:
Ho 39 anni da poco compiuti, e sono sviluppatore web dal 2003. Beppojosef nasce da Beppa Gioseph, ex moglie bruttissima di Superciuk, un personaggio dei fumetti di Alan Ford e il Gruppo TNT.
Poi ho scoperto più tardi che un Beppo Josef è esistito davvero Josef "Beppo" Römer (Altenkirchen, 5 marzo 1892 – Brandeburgo sulla Havel, 25 settembre 1944) è stato un militare e attivista comunista tedesco. Personaggio storico molto interessante direi.
La mia vita in poche parole… Ho fatto le superiori in 9 anni anzichè 5 perchè a scuola ero un ribelle e andavo contro i professori, e poi non mi piaceva studiare ciò che stavo facendo. Quando finalmente ottenni il pezzo di carta agognato mi iscrissi ad una scuola di teatro e di lì organizzai spettacoli di massa per i quartieri in occasioni particolari, poi facevo anche molto teatro e il rimanente del tempo andavo a lavorare i weekend nei ristoranti (questo sin dalle superiori per non chiedere i soldi ai miei genitori). I miei genitori mi hanno sempre lasciato molta libertà in tutte le decisioni che prendevo, ma in quel periodo vollero che io lasciassi la mia professione di teatrante e organizzatore di spettacoli perchè avevano bisogno che io avessi un lavoro fisso e così lasciai tutto per dedicarmi ai ristoranti.

A 26 anni ero già direttore di un ristorante da 300 posti a sedere, a 27 entrai in società con un pescecane per gestire 2 ristoranti, a 29 il mio socio scappò con tutti i soldi lasciandomi senza lavoro, senza nulla e con tanti debiti. andai a lavorare qualche mese a Parigi poi tornai a Torino dove trovai 2 lavori come dipendente e a 31, finito di pagare tutti i debiti, decisi che qualcosa doveva cambiare nella mia vita e così a 32 ritornai sui banchi di scuola per studiare programmazione web (i professori avevano la mia età se non più giovani). La gente mi diceva che stavo solo perdendo tempo che nessuno mi avrebbe assunto. A 33 appena compiuti lasciai il mio lavoro nel ristorante (sì lavoravo 8 ore e ne studiavo altrettante per 6 gg e mezzo su 7) trovai un lavoro come programmatore alla facciazza di tutti i pessimisti e ora eccomi qui a 39 a fare il programmatore. Dove ho ritrovato il tempo per dedicarmi a fare teatro e cortometraggi nel tempo libero.

Gli ottimisti del forum mo’ si fanno un supersistemone coi numeri della sua Vita e se lo giocano al Superenalotto di capodanno.
Basta che non giochino il 300.
Giocando giocando….I suoi giochi preferiti dagli anni 70 a stamattina ?
Eh… quando c’era lui… non c’era il Puffo

Spp X(
Sono un giocatore nato, ma il motto di De Coubertin non fa tanto per me. Negli anni 70 giocavo con le macchinine e il lego. Negli anni 80 frequentavo le sale giochi e i miei preferiti rimangono i videogames sportivi (Pacland rimane il mio best ever) Negli anni 90 ho giocato a lungo a Dungeons and Dragons ed ero un mago spettro malvagio che andava anche contro i miei compagni di avventura; come videogioco menziono l’Amiga e sopratutto Player Manager di Dino Dini. Oggi sono uno scacchista, pongista e pinnacolista in primis, e giocatore da boardgames di quelli belli lunghi in seconda istanza. Menziono Axis & Allies, History of the world (il nome la dice tutta sulla brevità), Coloni di Catan, Memoir 44. Sono anche un consigliere di un circolo Arci a sfondo culturale ludico di oltre 1200 soci.

Torniamo al lavoro, a costo di far tutti la fine di Marcomix :zzz: entro qualche riga…
Lei ha provato i due ruoli, il Direttore e il diretto…Le manca quello del macchinista…
Il lavoro da Direttore è molto più gratificante, sono arrivato ad avere 25 persone sotto di me, ed è una bella responsabilità. Ma quando incontro qualcuno per strada, anzichè sputarmi in un occhio per quanto sono stato rigido e inflessibile con loro, mi ringraziano per quanto ho insegnato a loro. Ora sono dipendente col mio compitino e la mia postazioncina, ma non è la stessa cosa…. Mi manca molto il ruolo di responsabilità e di gestione delle risorse in toto.

Le sue resorse….
Cos’è il Teatro, Beppone…Che parte ha nella Sua Vita ?
Il teatro per me ha una multivalenza:
1) uscire dal proprio io per 2 ore sul palco.
2) studiare la mente dei personaggi aiuta meglio a capire me stesso.
3) se tutto va bene sono riuscito a comunicare un messaggio a chi è venuto a vedermi, qualunque personaggio io abbia impersonato.

Se tutto va male raccoglie i pomodori sul palco :rolleyes:
Le hanno mai tirato pomodori anche sul campo da pallone ? Il Beppone calciatore ?
Io giocavo in porta o in difesa, gol belli miei non ne ricordo, ma ho sempre avuto più fiato di tutti su tutti i campi per compensare le mie carenze tecniche. Quando prendevo la palla sulla fascia mi facevo tutto il campo velocissimo e quando si trattava di crossare, manco guardavo dove crossavo, sempre ammesso che mi accorgevo che stavo correndo ma fuori dal campo. Una volta però ne uscì un tiro cross vicino alla linea del calcio d’angolo che andò incredibilmente a infilarsi in porta, caddi addosso alla bandierina e mi ferii ma mi portarono in trionfo perchè lo feci allo scadere della partita.

Non Le domando dove le finì l’asta della bandierina nè come venne sollevato e portato in trionfo….Se a mo’ di spiedone… X(
Mi diceva dei tempi della scuola…..Liceale di lungo corso…..
Mi vuol far parlare della galera? :asd: Beh, io la vissi come una galera, qualcosa che mi venne forzato, io avevo dei professori che mettevano le mani addosso, o che ti mandavano alla parete con il braccio destro e la gamba sinistra alzati se non ti comportavi bene: una volta un mio compagno di classe venne mandato alla parete dal professore perchè fischiettava mentre stava limando un pezzo durante le utilissime ore di reparti di lavorazione all’ITIS. Io lo difesi e il professore mi disse che le mie parole non sarebbero valse a niente e che ero un avvocato delle cause perse, e da quel giorno mi prese di mira e mi buttava in mezzo all’officina gli strumenti di lavoro urlandomi in faccia. Per non parlare della prof di Italiano che se non sapevi qualcosa diceva alla classe che chi non studiava era facente parte della "fece della società".
Meglio chiudere qua…. 9 anni son tanti e non voglio ripensarci… ma se qualcuno vuol farsi una risata, io feci 1-2-2-2-3-3-4-4-5

uahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuah
uahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuahauhahuhahauhauhauhauhuahuahuah

Beppone non si innervosisca, è Natale….
Parliamo d’altro. Dove vive ? Com’è arredata la sua magione ?

English fashion style, libri dappertutto (sono quelli di mio fratello e mia madre, perchè i miei sono molti meno), copie di quadri appesi, mobili in legno, nulla di Ikea, tanta mobilia andrebbe sostituita ma non ho voglia nè soldi.

The books are on the table…and everywhere… :D
Finale profondo, Beppone, scaviamo….
Tre suoi sbagli tosti. Adesso son remorsi ?
1) In assoluto essermi fidato del mio socio ai tempi del ristorante, mi dicevano tutti che non aveva nulla di buono, ma io persistevo nel credergli.
2) Mio padre è mancato quando avevo 21 anni, l’ho sempre accusato senza capirlo, ora che sono più avanti con l’età lo capisco di più ma lui non è più qui.
3) C’era una donna bellissima che conobbi una decina di anni fa che mi veniva dietro, ma io stavo già con una ragazza e non ne volli un’altra perchè volevo essere fedele. La storia con la ragazza di allora finì e io mi pentii di aver detto a quella Venere che ero già fidanzato.
Questi sono i miei sbagli più grossi e qualche rimorso ce l’ho eccome…

Tre suoi sogni che si son realizzati e uno che non s’è avverato…
Buttata così la domanda non riesco a rispondere. Sono sempre stato un sognatore, perchè i sogni mi hanno sempre dato forza per inseguire le mie mete e affrontare i problemi della vita. Lo sono ancora oggi alle soglie dei 40 anni, c’è ancora molto da raccontare e da fare, e per questo serve ancora che mi ponga delle mete e dei sogni. Se proprio devo dire un sogno non realizzato è stato quello di non diventare attore professionista full time.

I suoi tre momenti più neri e la sua massima gioia
Menzionerò soltanto il mio momento nero della mia vita (per mia fortuna) ovvero quando il socio scappò lasciandomi con i debiti e senza nulla, quello fu il momento più duro della mia vita e piansi quel giorno.

Le altre sono state bazzeccole al confronto.
La massima gioia l’ho provata quando riuscii a sedurre una donna che inseguivo. Me ne innamorai perdutamente, poi mi lasciò per un altro dopo 2 anni e mezzo.

Spp :(
Sciur Beppone…Un Film, un Disco, un Libro, un Ristorante/Trattoria, una Partita di calcio, una Poesia.
Al volo senza pensarci su.
Intrigo internazionale, The unforgettable fire, Il Signore degli anelli, Mami (da Avigliana (TO) ), Italia-Brasile 1982, Non una poesia, ma il pezzo di Paolo e Francesca della Divina Commedia.

39 anni. Ha voglia di diventar Papà ? Di un Cambiamento di ruolo ?
Per diventar papà ci va la donna giusta e per dirla all’inglese sono diventato picky sulle donne! Però in fondo se capitasse sarebbe una bella gioia.

Può provar col Kaiser, senza far troppo il difficile….
A chiusur di faccia a faccia, ecco il mio recalo nataliazio a sopresa.
Cosa preferirebbe ci fosse dentro il pacchettino ?
A) La reproduzione del duomo di Milano in cartongesso
B) La reproduzione della champions league in cartonspesso

:asd::asd:   la Juventus è un grande amore per me e vederle vincere la Champions sarebbe bello, e forse vedere Berlusconi in galera sarebbe ancora più bello, ma come recalo vorrei ritornare a essere ancora innamorato.

Ok. ma nel mio pacco non è previsto l’innamoramento…..solo le due reproduzioni…..Glielo recalo ambedue….Ma che sia finita lì…

Lascio a Lei la chiusura, Ci sfumano e tutti già dormono…..Porti i miei auguri a tutti i forumotti e revolga un suo appello e un suo saluto al Forum tutto…
Ringrazio SPP e Alex per aver organizzato tutto, ho avuto per puro caso la fortuna di raccontare le vostre vite sul forum e ora che mi sono aperto a voi, l’ho fatto col cuore perchè vi reputo una bella famiglia.

Faccio comunque un grosso e sincero augurio di passare dei bellissimi momenti di festa con i vostri cari. E non pensate a spendere troppi soldi in regali, pensate invece a far tornare un sorriso a chi vi è vicino e vedete che non ne ha più. Magari quel fastidioso borbottone del nonno o il povero sotto al solito ponte o chi vi pare, basta che abbiate gli occhi per guardarvi intorno. Vi assicuro che mettere da parte il proprio egoismo, anche solo per poco, per donarsi agli altri darà in cambio una gran soddisfazione a voi stessi, e vi farà sentire una volta tanto uomini.

Buon Natale!

Vi abbiamo presentato Beppone, un Uomo Buono nel forum….Tranne quando si Ulissizza in bianconero

Beppo intervista Sprawl

Ben ritrovati amici forumisti all’appuntamento del Faccia a Faccia con Beppojosef!
Ultimo appuntamento dell’anno per la rubrica, ritorneremo verso Febbraio in data imprecisata, vedremo. Per oggi invece il BeppoStudio si è trasferito con attrezzature e pubblico in quel di New York, dove risiede il nostro amico…

Sprawl

:clap: :clap: :clap: :clap:

Beppojosef: Dunque, partiamo come sempre con la descrizione di chi si cela dietro al nick di Sprawl e dall’etimologia del suo nick. Si descriva ampiamente.
Sprawl:

The sky above the port was the color of television, tuned to a dead channel.
"It’s not like I’m using," Case heard someone say, as he shouldered his way through the crowd around the door of the Chat. "It’s like my body’s developed this massive drug deficiency." It was a Sprawl voice and a Sprawl joke. The Chatsubo was a bar for professional expatriates; you could drink there for a week and never hear two words in Japanese
.” (W. Gibson – Neuromancer)

I wanted to know the exact dimension of hell
Does this sound simple?
Fuck you! Are you for sale?
Does ‘Fuck you’ sound simple enough?
This was the only part that turned me on
But he was candy all over
Come on down to the store
You can buy some more, and more, and more, and more…
”  (Sonic Youth – The Sprawl)

Il nick Sprawl è nato l’estate di una sessione di esami al secondo anno di università. Una mattina, sulla strada verso una delle aule studio del Poli, mi sono infilato nella Feltrinelli di piazza Duomo ancora semideserta per comprare la versione inglese di Neuromancer e dopo aver pagato il libro (un occhio della testa, se non ricordo male) ho sconfinato da Ricordi per fare un giro in piena trance da acquisto compulsivo (evidentemente non avevo molta voglia di studiare teoria dei segnali :D). C’era in offerta Daydream Nation dei Sonic Youth, gruppo che non avevo mai ascoltato ma che era nella lista di quei due o trecento dischi che “devo recuperare prima o poi”. Inutile dire che mi sono fiondato alla cassa e che due minuti dopo il disco era nel mio fido lettore CD portatile. Faccio quattro passi in direzione della fermata del 23 in piazza Fontana (il tram è molto meglio della metropolitana per leggere e ascoltare musica sulla strada dell’università) e intanto scorrono le prime canzoni del disco. Appena mi siedo sulla panca di legno del vecchio 1500, apro il libro, arrivo alla quarta riga e parte “The Sprawl”, la terza canzone ispirata proprio al romanzo di Gibson. Può sembrare una coincidenza banale, ma è una di quelle cose che bastano per rallegrarmi la giornata.
Nel mondo distopico di Neuromancer il termine Sprawl indica tutta la east coast degli Stati Uniti che si è evoluta in un’unica zona di espansione suburbana che collega le grandi città da Boston ad Atlanta. In inglese sprawl significa infatti “espansione urbana incontrollata”. La parola mi è rimasta “addosso” perché proprio in quei giorni stavo cercando un nuovo nick per firmare i miei articoli (allora scrivevo per una rivista di videogiochi) che non fosse troppo banale o comune. Sprawl a prima vista sembra un po’ sporco, asimmetrico, pieno di consonanti, ma in fondo contiene una certa armonia.
La persona che si cela dietro al nick Sprawl invece è nata 26 anni fa a Milano e adesso si ritrova in una domenica piovosa nella cabina del Beppostudio nello sprawl urbano di New York sulla east coast, it’s a small world after all…
Non mi piace descrivermi, lascio che gli altri si possano fare un’idea di me in base a quello che (non) faccio e quello che (non) dico. In fondo sono un tipo un po’ timido e mi piace giocare con le maschere, quindi scusate se ogni tanto sarò un po’ elusivo nelle risposte.

Beppojosef: La chitarra nel suo avatar significa che è un chitarrista o che semplicemente è un appassionato di musica?
Sprawl: Il mio avatar è un artwork dedicato ai Sigur Ros (e alla strana mania del geniale e incredibile cantante di suonare la chitarra con un archetto di violoncello) che ho rubato da qualche parte su deviantart. L’ho messo dopo un magico concerto del gruppo islandese all’arena di Milano l’estate scorsa e li’ è rimasto.
Non sono un chitarrista e non so suonare alcuno strumento (non credo che i tre accordi di Linoleum dei NOFX imparati a 15 anni davanti a una bottiglia di Malibu su un prato inglese mi permettano di assumermi il titolo di chitarrista). In compenso ascolto moltissima musica di tutti i generi. Si può dire che io sia un parassita della musica, assimilo quello che secondo me è il meglio ma non restituisco nulla di creativo. Probabilmente a cantanti e discografici va bene così e sono più contenti di ricevere i miei soldi che l’ennesimo demo tape :D
A dire il vero imparare a suonare è una cosa che mi piacerebbe molto fare e prima o poi mi deciderò a cominciare sul serio. Maledetto “prima o poi”…

Beppojosef: Lei è su questo forum da più di 3 anni, scrive poco ma mi pare di capire che ci segue con una certa costanza. Cosa ne pensa di questa combriccola e di tutto il forum? Come è arrivato qui?
Sprawl: Sono arrivato sul forum di Scudettoweb dopo aver cominciato a giocare al gioco, ma in realtà sono utente del forum di Nextgame (la nostra nuova casa) da più di sei anni. Il forum di Scudettoweb secondo me è una specie di isola felice e ancora oggi per me ha dell’incredibile. In ormai più di 10 anni di frequentazione di forum vari ne ho viste di cotte e di crude tra gente che litigava, flame, ban, argomenti proibiti, moderatori costretti a superlavoro, forum alternativi antagonisti e cospiratori, ecc… Invece in Scudettoweb si riesce a parlare di (quasi) tutto tra persone che hanno le idee più disparate e in questi 3 anni ho visto solo una persona bannata (e tra l’altro riammessa più volte).
Probabilmente la cosa è facilitata dall’avere una cerchia ristretta di utenti abituali e poco ricambio, ma credo sia sintomo anche di grande maturità di chi partecipa alle discussioni. E’ anche per questo che il trasferimento nel nuovo forum è stato piuttosto traumatico, il forum di Scudettoweb non funziona come tutti gli altri forum della rete ed era fisiologico un periodo di assestamento perché la nuova convivenza fosse accettata da tutti.
     
Beppojosef: La sua situazione affettiva qual è? Per lei è più un tabù fare sesso alternativo o parlare di sesso con altri?
Sprawl: Ecco che subito il Beppo la butta sul gossip piccante per rubare qualche punto di share! Non vedo che problemi ci siano a parlare di sesso “alternativo” (ma che è il sesso alternativo? quello di Verdone?), figuriamoci a farlo :asd: .
Per quanto riguarda la mia situazione affettiva, al momento non ho alcuna relazione stabile ma probabilmente è meglio così visto che ho dovuto attraversare l’oceano per qualche mese. Le relazioni a distanza non funzionano (anche se puntualmente ci ricasco).

Beppojosef: Cosa ne pensa della politica italiana attuale? Lei farebbe mai il politico?
Sprawl: Sulla prima domanda sorvolo, visto che mi ritroverei a dire cose dette e stradette. Farei il politico solo se l’Italia fosse una dittatura sotto il mio comando, a quel punto mi rimboccherei le maniche e cercherei di aggiustare le cose. Ma probabilmente anche Hitler ha detto la stessa cosa. Non sono certamente il primo a dire che la democrazia è la peggior forma di governo, eccezion fatta per tutte quelle forme che si sono sperimentate fino ad ora.

Beppojosef: Quali sono i principali obiettivi che si pone?
Sprawl: Sarei felicissimo di saper rispondere a questa domanda, ma ancora non ci riesco. Finita l’università mi sono ritrovato per la prima volta a decidere cosa dover fare veramente della mia vita, ho deciso che quello che stavo facendo mi piaceva e con 3 anni di dottorato di ricerca ho rimandato al 2011 la risposta alla domanda. Per ora si naviga a vista facendo molte tappe sulla terraferma, cercando di non inquinare troppo il mare, non intralciare le rotte altrui, apprezzando i giorni di vento e tenendo duro i giorni di bonaccia (magari con un goccio di grog). Non ho però la più pallida idea di dove finirò…

Beppojosef: Ci dica i suoi 3 pregi e i suoi 3 difetti principali.
Sprawl: Non mi piace parlare dei miei pregi, il mio ego è già abbastanza grasso :D. Sicuramente il mio difetto più grande è che  tendo a fidarmi un po’ troppo di me stesso e a pensare che il mondo sia popolato da deficienti (qualcuno che si salva però fortunatamente esiste, anche se tutte le volte mi stupisco).

Beppojosef: Quali sono le passioni nelle quali lei dà sfogo alle sue energie del tempo libero?
Sprawl: Leggo, ascolto musica, guardo film, perdo ore a informarmi sulle cose piu’ strane. Di hobby faccio la spugna, assorbo informazioni cercando di non trasformarmi in un tuttologo da spiaggia (categoria che detesto). D’inverno mi faccio qualche scodata nella polvere bianca :sbav:
Beppina: Questa risposta devo dire che lascia dubbi e doppi sensi…

Beppojosef: Qual è il suo sogno ricorrente?
Sprawl: Ultimamente faccio molta fatica a ricordarmi i sogni la mattina. Da bambino sognavo spesso di arrivare sul balcone di camera mia e di trovarlo senza parapetto con il cortile di sotto coperto di nebbia e popolato da pipistrelli. Io, senza motivo, mi buttavo giù e mi svegliavo terrorizzato nel letto. Dopo qualche notte ho cominciato in sogno a prendere la rincorsa, correre felice per il corridoio e buttarmi giù di slancio, sicuro di ritrovarmi puntualmente sveglio nel letto con un sorriso stampato sulle labbra. 

Beppojosef: Quanto bambino e’ presente in lei?
Sprawl: Tantissimo. E ho una paura dannata di invecchiare e rincoglionirmi.

Beppojosef: Situazione: lei diventa produttore teatrale, e attore principale di un copione che ha scritto lei stesso. Quali sono i messaggi che lei inserirebbe all’interno del copione?

Sprawl: Beppo tu mi sottovaluti. Sarei benissimo in grado di fare anche il tecnico delle luci e il gobbo :asd: . Per rimanere su un argomento non troppo “impegnato” cercherei di spiegare alla gente che leggi fisiche che regolano il nostro mondo sono incredibilmente semplici e affascinanti. Nel mio piccolo probabilmente mi limiterò a spiegare la teoria dello scattering di Rayleigh ad ogni bambino che mi chiederà perché il cielo è blu :D

Beppojosef: Mi dica 3 cose che la maggior parte dei nostri forumisti sarebbero stupiti di sapere su Sprawl.
Sprawl: Rallento la luce, il mio lavoro ideale sarebbe fare lo sceneggiatore di telefilm e non mi piace il cioccolato.

Beppojosef: Ha qualcosa da dire ai nostri forumisti?
Sprawl: Chi vuole venirmi a trovare a NY è il benvenuto ;)

Io non voglio aggiungere altro se non salutare e ringraziare il nostro ospite e dando questa volta l’onore dei saluti di congedo al nostro amico Panino.
Panino: Questo tipo la sa lunga, bella dialettica, un bel po’ di mistero che tanto affascina le donne, e forse ci sarebbe piaciuto sapere di più proprio per questo motivo, ma anche un tipo pieno di self-confidence come lui, di fronte a una platea si arrende alla timidezza e alla paura di esporsi.
A proposito, Beppo ha detto una cosa non giusta, la settimana prossima vi aspetta una puntata speciale, l’ultima dell’anno, ma il conduttore, per una volta tanto, non sarà lui ma…
No, non ve lo dico, faccio lo Sprawl della situazione :D
Nel frattempo vi saluto e vi dico arrivederciiiiiiiiiiii ;P

Beppo intervista Dennis Bergkamp

Bentornati signore e signori al BeppoStudio.
Oggi habbiammo instudio unospite trooooooppo trendi, trooooooooppo giusto, uno che ci a sempre stupitti kn il suo modo di scrivere….
:O:O:O
Lui è un desaparecido piacevolmente reaparecido, interista vero, musicista, e chi più ne ha più ne metta, lui è….

Dennis Bergkamp

:clap: :clap: :clap: :clap:

Beppojosef: Cominciamo come sempre tracciando una sorta di carta
d’identità. Chi si cela dietro al suo nick e come mai ha scelto proprio
quello e non un altro giocatore diciamo… più conclamato?
Dennis: Dietro questo nick c’è un ragazzo di 19 anni (classe ’90) molto particolare e diverso dal solito genere di ragazzi… Per quanto riguarda il nick… Beh semplice: è stata la mia prima maglietta dell’inter… sa di quelle vecchie stile primi anni 90 senza nemmeno il nome scritto del giocatore… Da li è sempre stato un idolo più per avermi inrodotto nel mondo del calcio che per particolari qualità

Beppojosef:
Parliamo della sua passione, la musica, e direi della sua nuova
chitarra? Mi sembra che lei sia il batterista in questo video…


Ci parli anche del suo gruppo.

Dennis:
Sì esatto… Sono proprio io e neppure molto tempo fa :D Più che del mio gruppo vorrei parlare però del nostro produttore: Globo! Ogni volta si pappa tutte le kinder delice ed è ovvio che noi non cresciamo!

Beppojosef: Meglio avere la libertà di avere tutte le donne che si vogliono o una donna sola da sogno in tutti i sensi?
Approfondisca poi con "Dennis e le donne".
Dennis: Su questo potrei scriverci un romanzo modestamente :asd: In parole povere ci sono dei pro e dei contro in entrambi i casi. Riassumendo: nella prima ipotesi puoi divertirti con chi ti pare senza rendere conto a nessuno, ma nella seconda almeno sai che la prestazione da lei ce l’hai garantita (tipo il comunismo per capirci :asd:). Su Dennis e le donne non c’è moltissimo da dire… Fino alla 3a superiore non ho avuto uno straccio di ragazza (un po perche’ ero abbastanza sullo sfigatello e non piacevo molto e un po per la timidezza che mi faceva bruciare anche le poche occasioni che avevo :asd:). Poi di colpo, non si sa il perchè, ho iniziato a piacere a tantissime ragazze e ne ho avute anche per tutti gli anni precedenti :asd: L’unica storia abbastanza seria è durata 9 mesi circa e si è conclusa il maggio scorso e allora mi sono promesso di non fidanzarmi fino a che non avessi compiuto almeno 22-23 anni!

Beppojosef: Mi scusi la domanda, è proprio raro che mi ponga così a un intervistato, ma non pensa che sia un po’ vergognoso scrivere "nn so", "cm stai?", "c6?" e ki + ne a + ne meTa. La cellphone generation (per indenderci la sua) pare che abbia modificato la motilità dei pollici, rovinato le prestazioni in italiano a scuola e così via.
Dennis: Allora qui si fa di tutta l’erba un fascio… Io al massimo ho scritto "ki" oppure "ke" ma niente di più… Non ho mai esagerato scrivendo cose del genere " c 6?" o "3vV1v4" e anzi odio chi lo fa… poi quando discutevo con SPP marcavo un pò questo modo di scrivere ma quello è un altro discorso :asd:

Beppojosef: Ci parli ora di un’argomento del quale vuole trattare, sempre basato sulla sua persona,  condividere con noi. Dennis: Sinceramente non me la sento… Ho sempre odiato chi vuole fare il professore sentenziando discorsi che secondo lui sarebbero verità assolute quando l’unica verità assoluta nella vita è la morte. Potrei parlare di calcio, ma salterebbe fuori il tifo, potrei parlare di musica, ma salterebbero fuori i gusti musicali, potrei parlare di politica, ma salterebbero fuori le ideologie ecc… Ognuno ha la propria opinione e va rispettata finchè essa non offende un’altra persona o un’altra ideologia. E’ questo il bello della discussione!

Beppojosef: Lei è religioso? Crede in una vita futura, nell’aldilà? Come vive questo argomento nel quotidiano?
Dennis: Allora io inizio con il dire che non sono neppure battezzato… Della vita futura ho smesso di pensarci semplicemente perchè non c’è risposta. C’è chi crede nel paradiso, chi in una reincarnazione, chi crede che non ci sia nulla… Ma per quello che ne sappiamo noi potremmo credere anche che ci trasformeremo tutti in topi gigi in un mondo parallelo… Chi può dire con certezza che non può essere un’opzione?!? Nel quotidiano io vivo tranquillissimo sapendo che, come me, anche le persone a me care non distinguono una persona dalla propria scelta religiosa… Non sono assolutamente contro i religiosi, ma sono contro i religiosi talmente "bigotti" (passatemi il termine) da adoperare la religione anche dove essa non c’entra e sono contro chi adopera la religione per altri fini (militari, politici, economici ecc…). Anche perchè alla fine è tutto pieno di controsensi. Fare la guerra per la pace è come scopare per la verginità!

Beppojosef: Ci parli ora del suo giorno più bello e di una clamorosa figura di tolla.
Dennis: Dennis: Mmm oddio il mio giorno più bello non saprei… Adesso mi viene in mente cosi al volo una partita di calcio di 2-3 anni fa in cui dovevo giocare contro 2 miei compagni di classe… La loro squadra era prima in classifica mentre noi eravamo ultimi! Fatto sta che naturalmente loro, convinti di vincere, mi prendevano per il didietro fino alla morte… Sennonchè durante la partita loro continuarono ad attaccare (come previsto!) ma non riuscivano a segnare… colpirono qualcosa come 5 o 6 pali! E poi alla prima e unica occasione della partita segnai l’1 a 0 e vincemmo… Non
vi dico quanto li ho sfottuti i giorni seguenti :D Poi però al girone di ritorno, loro ci batterono 8 a 0 prendendosi una "piccola" rivincita :asd: Per quanto riguarda una figura da tolla mi viene in mente una sera di qualche anno fa in cui andai in disco (una delle rarissime volte in cui ci sono andato in vita mia). Fatto sta che mi sentii male e vomitai nei bagni della disco senza nemmeno essere ubriaco (avevo bevuto solo un cocktail nemmeno molto alcolico). Lì arrivò il bodyguard che mi cacciò dal locale. A quel punto un mio amico che era li con me scrisse un sms ad una decina di persone che poi lo inoltrarono ad altre persone con scritto "Entrata in disco: 10€ con mastercard, cocktail: 5€ con mastercard. Vedere asop(mio soprannome nd) che vomita e si fa buttar fuori dal locale non ha prezzo!". Da quel giorno non sono più andato in disco :asd:

Beppojosef: Quali sono i suoi obiettivi di vita che vuole perseguire?
Dennis: Divertirmi sempre! Fare le cose che vogliono e che mi piacciono! Molte volte vedo coppie anche di 40 o 50 anni che sono la rappresentazione della noia e della monotonia. Io l’unica cosa che so è che non voglio diventare come loro!

Beppojosef: Quali sono le tre cose delle quali lei non potrebbe fare a meno, e quali sono invece le tre cose che più detesta in assoluto?
Dennis:Per quanto riguarda le cose di cui non potrei fare a meno direi subito la musica (che per quanto mi riguarda potrebbe occupare anche tutte e 3 le posizioni!). Sia ascoltarla che suonarla… Quando prendo in mano la chitarra sento l’emozione della magia e un brivido che mi avvolge che è qualcosa di davvero incredibile! Poi metterei i legami e le relazioni: sia familiari, sia con amici che con le ragazze. L’uomo non è fatto per rimanere solo! E poi metterei l’altra mia grande passione che è il calcio ovviamente!
Per quanto riguarda ciò che detesto non saprei fare una classifica! Ce ne sono troppe di cose che non sopporto in questo mondo malato. L’importante è saperle superare sempre onestamente, con dignità e a testa alta!

Beppojosef: Come è nata la passione per l’Inter? E’ mai andato allo stadio?
Dennis: Beh mio padre è interista quindi ce l’ho praticamente dalla nascita! Allo stadio sono andato alcune volte. Da piccolo vedevo spesso il vicenza, mentre a san siro ci sono andato 4 volte. L’ultima la settimana scorsa! Ma ho promesso a marcomix che andrò a vedere inter-napoli per assistere alla tripletta di Mancini :cool:

Beppojosef: Come è arrivato su questo forum?
Dennis: E’ stato Zanetti_Capitano a trascinarmi in questa gabbia di matti :asd: Circa 4 anni fa… Prima mi fece scoprire il gioco e poi mi convinse ad iscrivermi anche al forum

Beppojosef: Cosa le piace e cosa le piace meno del forum?
Dennis: Mi piace sicuramente la grande disparità di personalità presente in questo forum. Relazionarsi e discutere con persone dal sud, dal centro, dal nord, dalla thailandia, dal nepal, dalla (ex ormai :asd: ) finlandia ecc… ti permette di comprendere tutte le opinioni che si hanno su un argomento da angolature differenti. Poi quando si esagera e si va ad offendere la personalità di qualcun’altro allora diventa un atteggiamento irrispettoso e insopportabile!

Beppojosef: Ha qualcosa da dire ai nostri lettori?
Dennis: Se vi siete fermati a metà o a un quarto dell’intervista vi capisco :asd: :zzz

Devo dire che serpeggia una paura folle fra tutti gli intervistati di essere lunghi o di rivelarsi dei mattonazzi. Ribadisco che l’unico vero inimitabile mattonazzo è Marcomiz :zzz: e come lui non c’è nessuno. Ad ogni modo le vostre storie sono storie di persone di ogni età, di diverse culture, e anche di diverse regioni dle mondo. Ognuna di queste storie è preziosa perchè dà il modo agli altri di conoscerci un po’ meglio e talvolta anche di prendere qualche spunto interessante per farci riflettere un po’.
Congedo il nostro ospite che è stato molto gentile nel venire qua in studio e congedo tutti voi cari amici aficionados di questa rubrica, e arrivederci alla prossima!