Botti di fine mercato

Si è chiuso ieri sera il Calciomercato estivo.
Come da copione sono giunti proprio nelle ultime ore dei botti di mercato che potrebbero ridisegnare gli equilibri della Serie A.
Dopo il tanto agognato Ibra intascato dai rossoneri, arriva un altro funambolico campione: Robinho, uno dei pochi brasiliani a fare veramente la differenza nel mondiale sudafricano. Un buon colpo di mercato soprattutto per quanto concerne la fase offensiva dei rossoneri. Indubbiamente messi bene là davanti, ma forse quello che rimane il vero tallone d’Achille di questa squadra sarà la difesa. Per carità si è rinforzata anche quella, ma se andiamo a vedere, quelle che mancano sono le valide alternative in panchina, che dovrebbero essere valide appunto ad un livello quanto meno simile a quello dei titolari, ma che però latitano. Certo molti diranno che la miglior difesa è l’attacco, ma è anche vero che prima di tutto non bisognerebbe prenderle.
Comunque due colpi di mercato ben assestati che riducono notevolmente il divario con l’inter. Ci permettiamo però di fare una piccola considerazione…era anni che la società rossonera non spendeva così tanti soldi per dei campioni, come mai il presidente l’ha fatto proprio ora? Probabilmente perchè c’è il timore di elezioni, e qualche voto in più fa comodo, d’altronde è già la seconda volta che capita… Più per esigenze personali quindi, che per fare un vero piacere ai tifosi.
Ricordiamo è lo stesso presidente che all’inizio del ritiro estivo aveva detto di non voler spendere e che aveva già speso tantissimo in 25 anni di gestione…
Superando il capitolo Milan, un’altra squadra che ha fatto un buon colpo è stata la Roma, che si porta a casa Borriello, valida alternativa al reparto avanzato, soprattutto considerando l’infortunio di Adriano e la non sempre affidabilità del brasiliano.
Buon colpo di mercato anche per il Cesena in zona salvezza che aggiunge alla sua rosa Jimenez un giocatore dalle buone qualità e che potrebbe garantirle punti preziosi.
Tutte le squadre si sono bene o male rinforzate tranne l’Inter. Il presidente dei pluricampioni ha deciso di guardare le altre squadre dall’alto al basso, ha deciso che non vale la pena spendere soldi..sono già abbastanza forti così…risultato? Tutte le altre squadre hanno ridotto il divario qualcuna anche con colpi geniali e mai pensati alla vigilia. Un rischio che si è presa la società che ha venduto pure Balotelli talento che più volte ha risolto le partite dei nerazzurri. Un rischio appunto che potrebbe costare caro.
Nota dolente la Juventus che dopo una campagna acquisti non da prima della classe, una discreta e discutibile campagna acquisti, si porta a casa un "gioellino" come Rinaudo e per fortuna una buon giocatore come Traore.
Ma cosa ne pen
sano i tifosi bianconeri? Guardate qua, tanto per riassumervi il sentimento popolare.
Ad ogni modo, i giochi sono fatti.
Finalmente si parlerà solo di calcio giocato, e allora i primi verdetti su questo calciomercato, chi ha fatto veri affari, chi ha preso bidoni per la propria squadra, sarà il campo a dirlo.

Articolo di Kaiserniky
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Candida Cannafò a Bologna Successivo La Lega delle Leghe

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.