Buon Compleanno!!

Benvenuta Inter, e tanti auguri. La giovine società nerazzurra (rossocrociata in realtà) approda tra le centenarie della serie A. Ultima arrivata tra le anziane e blasonate, ricca di campioni e di pecunia che come è noto “non olet”. I festeggiamenti di cotanta beltà si sa, sono iniziati da tanto tempo e i magi sono accorsi cercando la stella che luminosa svetta sul pinnacolo più alto del campionato e del duomo di Milano. Da lontano sono giunti, e tanta strada hanno percorso per poter fare doni ai magnifici pluriscudettati. Da molto lontano invero. E tanti doni hanno portato, e per non farsi mancare nulla hanno iniziato a portarne già da tanto tempo. Iniziando con lo scudetto che sul campo avevano solo immaginato, e proseguendo con Ibraimovic (scippato ai cugini) e altro ancora. Ma i regali più copiosi come è giusto, sono arrivati quest’anno: l’intero mondo sportivo ha provveduto alla festa neroazzurrorossocrociata. La classe arbitrale ha pensato bene di provvedere ad un corretto uso di appendici colorate di giallo e di rosso tali da non nuocere a chi si apprestava alla festa. E bisognava fare così, perché si sa, alle feste il buon gesto è di “rigore”, e tale è stato anche sabato. I giudici sportivi e amministrativi, hanno chiuso più occhi di quanti umanamente è possibile possedere pur di non guastare la festa. Insomma tutto è stato fatto per celebrare l’evento. Come dei padri affettuosi tutti hanno fatto in modo che il bimbo non fosse corrotto da altro e si potesse concentrare sull’evento. Bravo Moratti, e bravo al tuo giocattolo per il quale l’Italia intera ha pagato di sua tasca copiosi spiccioli di oro nero. Ma tutto questo fasto così opulente, questi spessi paraocchi gemmati che preservano occhi innocenti di campioni, questa tutela che ovatta i sensi agli Ambrosiani atleti, a chi giova? Il padre affettuoso protegge il figliolo dagli orrori della società moderna, ma così facendo pare che della società moderna non ne conosca i principi e che il figliolo risulti poi essere viziato e non esattamente ricco di sale, ma assai abbondante di zucca.

Articolo di SCA-TTANTE
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Recensioni: Anni'90 Successivo Gazzetta di Superlega Clausura: N.5 del 10/03/2008

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.