Cadute, biscotti e sogni…

Era Maggio e su queste pagine tra le varie cose veniva lodata la città di Manchester che vedeva le due squadre cittadine fregiarsi di due titoli nazionali importanti.
Siamo a dicembre e qualcosa in quel magico idillio si è rotto.
Entrambe le squadre escono dalla fase a gironi della Champions a vantaggio di squadre meno blasonate e sulla carta (solo sulla carta) meno paurose. Gran rumore, come quando cade un gigante.
E il gigante questa volta potrebbe essere la sponda Rossa di Manchester, che vede la 3^uscita anticipata dei Red Devils in 17 anni di gestione Ferguson, e dopo 3 finali su 4. Un’uscita clamorosa alla vigilia e inaspettata, ma anche un punto da cui ripartire.
Clamorosa è anche l’uscita dell’Ajax dalla Champions, con errori(o sviste?) arbitrali che hanno della “puzza” la loro caratteristica. Una puzza che va sommata alle coincidenze a dir poco sospette della partita tra Lione e Dinamo Zagrabia, con una goleada insperata che qualifica la squadra francese. Saremo maligni o maliziosi, ma di sicuro non siamo gli unici a pensar male anche perchè non sarebbe la prima volta che veri propri “biscotti” vengono serviti su un piatto d’argento.
Piacevole sembra invece il bottino per le italiane, con 3 squadre qualificate, e se da una parte quella messa meglio in ottica europea sembra il Milan (magari con qualche rinforzo a centrocampo), altrettanto bene si può dire del Napoli che ora sull’onda dell’entusiasmo e magari con qualche sorteggio benevolo potrebbe sognare in grande (con qualche incidenza anche sul campionato italiano).
Rimangono forti perplessità su quello che combinerà l’Inter, non propriamente in un periodo ottimale.
E’ vero si è qualificata prima del girone (in un girone che avrebbe dovuto dominare), ma allo stesso tempo ha dimostrato lacune sul campo, che metterebbero timore a qualunque allenatore in panchina.
Certamente per il calcio italico sono note positive, ma un minimo di prudenza va tenuta in considerazione visti gli avversari ancora in gioco e vista l’imprevedibilità del mondo pallonaro.
Speriamo che questo risveglio serva anche a fomentare quella scintilla di orgoglio delle italiane impegnate in Europa League, da cui ne trarrebbe giovamento sia il nostro ranking uefa che il nostro calcio nel suo complesso.

Articolo di Kaiserniky
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Competizione 6.0: le date di dicembre Successivo Competizione Musicale 6.0: La Quinta Giornata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.