Campionato finito

Ormai è fatta. Quasi tutti i verdetti sono stati emessi. Mancano solo pochi dettagli e uno dei campionati più noiosi degli ultimi anni andrà in archivio. Il prode petroliere ha raggiunto l’ennesimo titulo alla sua bacheca che ora annovera ben 15 scudetti sul campo e due di cartone per giocare alle figurine. Ma va bene così.. Magari finalmente sazi smetteranno di piangersi addosso e si riuscirà anche a parlare con coloro i quali venivano da lunga e meritata astinenza che solo calciopoli poteva interrompere. Bene dunque, speriamo che tutto questo possa portare a dei miglioramenti, anche se il presidente visionario ancora mette mano al portafoglio per blindare il suo speciale e venerarlo un altro po’, inconsapevole del fatto che se vinceva l’allenatore bambino prima, figurati un allenatore vero dopo. Ma tant’è e allora festeggiamo l’ennesimo scudetto unto di petrolio e pagato da gran parte degli italiani con il loro carburate e andiamo in vacanza.
Ma non tutti. Ci saranno ancora tre partite degne di nota. Il Diavolo dovrà dimostrare con i gigliati che esiste ancora e che i suoi scarti sono davvero tali, tanto per ringraziare a dovere chi li ha fatti vincere tanto e adesso pare diretto ai freddi climi con un misero cappottino di petro-rubli. Il toro decimato dall’isterismo cercherà il miracolo (non sarebbe il primo ricevuto) a casa della lupa ormai appagata che potrebbe anche accidentalmente cedere, forte com’è dell’unico obiettivo stagionale rimasto, tale eurolega o come diavolo si chiama che nascendo fresca fresca magari riuscirà a smuovere l’attenzione dei tifosi. I felsinei affronteranno gli etnei per l’ultimo verdetto che finalmente dipenderà solo dalla loro capacità di superare l’ostacolo sul campo. Bene, male, vedremo. Di sicuro una cosa è certa: finalmente è finito il campionato e Eupalla potrà riposare, i campi potranno godersi l’estate senza essere volgarmente calpestati e gli abitanti di questo paese potranno andare felici a votare, in vacanza, o quello che gradiranno senza pensare alla palla.
Anche chi questo bel gioco del bel paese lo osserva solo per fini leggeri, potrà finalmente smettere di correre tutta la settimana a barcamenarsi tra aste, strozzini, ricattini, per mettere in piedi stravaganti formazioni con improbabili moduli. Si ricomincerà a studiare, lavorare, o qualsiasi altra cosa anche di lunedì, perché anche Scudettoweb finisce qui, e nonostante siano palesi le volontà dall’alto che mi hanno impedito la meritata promozione (maledetti tutti), il meritato riposo estivo mitigherà i dolori e sgonfierà le euforie per riportarci ancora qui a fine estate per goderci di nuovo questo bel gioco (GRATUITO), con tutti gli amici del forum e con tutti i nuovi che arriveranno.

Grazie a tutti (arbitri compresi) e buon riposo

P.S. per approfondimenti ed articoli precedenti, e molto altro ancora sul mondo SW, potete consultare il Blog curato dal nostro amico Kaiserniky: https://scudettowebblog.altervista.org/

Articolo di SCA–TTANTE
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Beppo intervista Pezzotto Successivo Superlega Clausura 2008-2009: La Finale

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.