Chelsea: addio Mou !!!

Ieri abbiamo appreso che Mourinho e il Chelsea si sono lasciati. D’altronde anche le grandi storie d’amore finiscono ed è finita anche tra il magnate russo e l’ex tecnico del Porto. A dir la verità, il rapporto si era deteriorato già da qualche tempo ma probabilmente diverse erano state le ragioni che avevano portato il patron del Chelsea a decidere di confermarlo ancora.In primo luogo bisogna prendere in considerazione la squadra. Le caratteristiche dei giocatori erano conformi alle richieste dell’allenatore portoghese e quindi il cambiamento in panchina avrebbe portato senza dubbio a una rivoluzione nel parco giocatori, cosa che è spesso controproducente. In secondo luogo bisogna considerare il carisma dell’allenatore e l’influenza che un suo allontanamento avrebbe provocato a livello dei media.Ma il motivo principale è senza dubbio la pesantezza del contratto che legava l’allenatore alla squadra di Londra: 7 milioni l’anno fino al 2010. Evidentemente queste ragioni non sono state sufficienti per far continuare a oltranza il rapporto di collaborazione con il Mou. In ogni caso Abramovich ha fatto una decisione molto difficile, non solo perchè il tecnico portoghese è considerato uno degli allenatori più bravi e preparati del mondo ma soprattutto perchè toccherà versare nel suo conto in banca una cifra vicina ai 17 milioni di euro. La decisione, presa dopo il pareggio deludente in Champions appare quanto mai sorprendente visto che tutto sommato il cammino della squadra inglese negli ultimi anni sia stato da top team mondiale. Probabilmente questa decisione si può spiegare soprattutto dai scarsi risultati della squadra in Champions. E che c’entri qualcosa anche il rapporto difficile con Shevchenko? Questo non si sa e difficilmente si saprà. In ogni caso quello che è sicuro è che da oggi nel mercato degli allenatori c’è un Mourinho in più, un allenatore di grande qualità, un allenatore talvolta spocchioso ma che sa quello che vuole, un allenatore irruento, aggressivo, molte volte fuori dalle righe, di sicuro poco simpatico ma che ha le idee chiare, insomma un allenatore vincente. Proprio quello che voleva Abramovich. In questo caso la favola del Chelsea non potrà finire col classico -e vissero felici e contenti-, almeno per quanto riguarda il patron russo perchè,pensandoci,con l’assegno che ha ricevuto, l’ormai ex allenatore del Chelsea, siamo sicuri, tanto male non starà…

Articolo di The Bosss
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente L'Europa non fa sconti Successivo Torpore continuo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.