Febbre da Finale

Tra poche ore si conoscerà il campione d’Europa 2007. Come due anni fa, ad affrontarsi, Milan e Liverpool. Stadio Olimpico di Atene pieno, dentro e fuori. Migliaia di spettatori senza biglietto o alla ricerca disperata di esso si sono riversati nelle strade della capitale greca. La festa è già iniziata e chissà chi potrà proseguirla tutta notte.
Cosa conterà di più nella partita di stasera? Centinaia di giornalisti di tutto il mondo hanno stuprato le pagine dei loro quotidiani inserendo giornalmente notizie in merito ad una o all’altra squadra. Pagine anche inutili, ma buone per riempire l’attesa di una serata vista giustamente come la chiusura di un cerchio. Una rivincita, da non poter assolutamente perdere; da dover assolutamente dominare.
C’è più fame negli occhi e nelle parole dei milanisti e contrariamente a quanto esaminato nei giornali riguardo a tattiche o marcature varie credo sia questo che farà la differenza. Mi ricorda un po’ i Mondiali: la voglia che avevano i nostri giocatori la vedo negli occhi e nelle parole dei milanisti giunti ad Atene.
Un incrocio del destino, di nuovo avversari nella finale della competizione più importante del Mondo per squadre di club. Con il ricordo ancora vivo e la paura pronta a subentrare. Ma con una guardia che questa volta, dopo tutte le difficoltà superate per arrivare a questo punto, non ha nessuna intenzione di lasciarsi sfuggire il trofeo.
In bocca al lupo dunque, caro Milan, a te la rivincita.


Articolo di Zanetti Capitano
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Raccolta: Un anno di Gazzetta di Superlega Successivo Padroni dell' Europa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.