Il potere mediatico

Del Piero sì, Del Piero no, Alex sì, Alex no. Si parla tanto in questi ultimi tempi della convocazione di Alex del Piero nella nazionale che parteciperà ai prossimi Europei di Giugno in Austria e Svizzera. Del Piero che ha avuto la bravura di farsi trovare pronto al momento in cui il campionato sta per finire e i giocatori sono più in vetrina e sotto l’attenzione dei media per la prossima competizione. In tutto questo chiasso che si fa attorno al nome dell’attaccante juventino c’è un fatto che però ha risaltato ancor più ai miei occhi. Nel discutere su Alex si è lasciato perdere chi, dall’alto dei suoi 19 gol, comanda attualmente la classifica cannonieri italiana e si appresta a vincere il titolo di pichici dell’annata calcistica. Ignorato, tutt’al più una scrollata di spalle alle domande su di lui.
Considerando il fatto che reputo Dondadoni una persona molto intelligente auspico che nelle sue considerazioni pre-convocazioni, oltre a riguardarsi tutte le cassette delle splendide performance dell’uccellino nazionale in maglia azzurra, tenga conto anche del fatto che nell’infinito vociferare ci sono giocatori meno mediatici, ma probabilmente molto più utili alla causa. Del Piero è già stato provato e bocciato, più volte, in più anni. Borriello avrebbe se non altro il beneficio del dubbio.

Articolo di Zanetti Capitano
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Classifica: Miglior Colonna Sonora Successivo Gazzetta di Superlega Clausura: N.13 del 28/04/2008

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.