Ottavi ci tocca l’Australia

Scongiurata l’ipotesi di una sfida anticipata con il Brasile, l’Italia dovrà affrontare ora l’Australia negli ottavi di finale. Ci è andata bene, possiamo dirlo, ma non possiamo rilassarci, né tantomeno sottovalutarli. Hanno dimostrato e avranno sicuramente una voglia superiore a tutte le altre squadre, sono la novità del Mondiale insieme al Ghana e vogliono proseguire nella loro favola. In più hanno un allenatore coi controfiocchi, un tale Guus Hiddink che ci fece tornare a casa con la coda fra le gambe nel 2002. Però non possiamo negare di essere superiori, di avere tutte le carte in regola per passare, di avere i giocatori che possono risolverti la partita con un lampo di genio, oppure riserve che, come dimostrato per l’ennesima volta ieri, possono essere fondamentali. Dipende solo da noi quindi, e forse proprio per questo dobbiamo stare ancora più attenti. Nei quarti potremo ritrovare la Corea del Sud per una vendetta attesa 4 anni. Oppure l’Ucraina dell’ex-milanista Shevchenko, ma la strada fino alle semifinali dovrebbe essere tutta in discesa.
Il Brasile intanto sembra si sia svegliato dal letargo e anche Ronaldo sembra in crescita, ritrovando la via del gol che è la medicina migliore per un attaccante. Verdeoro che troveranno sulla loro strada l’ottimo Ghana che ottiene una storica qualificazione grazie alla vittoria con gli USA, ma soprattutto all’impresa con i ciechi nel turno precedente. Non dovrebbe essere un ostacolo insormontabile per Ronaldinho e soci, ma la parola spetta solo al campo e si sa, troppa sicurezza molte volte tradisce…..

Articolo di Zanetti Capitano
A cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Concorso tra Regioni: primi verdetti Successivo S.F.Q.I.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.