Piedi buoni, teste acute

Quelli che vogliono bene al calcio avranno osservato che il campionato inizia con delle importanti novità. Non tanto per la classifica che rimane nei limiti del normale, ma perché lo strapotere internazionale dell’Inter o del Milan costringe chi non ha i mezzi adeguati a competere con la qualità. Piccole squadre con piccoli allenatori che si dotano sempre più spesso di promettenti giovani da far crescere per ridurre i costi e realizzare profitti tra qualche anno. Ecco la Roma ad esempio, che trae dal suo vivaio un Aquilani d’eccellenza o il Cagliari che riscopre un Foggia formato impallina-Juve. La stessa Juve che inserisce un Nocerino nel suo roccioso centrocampo e dimentica il più blasonato Tiago. Un Napoli che prosegue la sua ricerca di nuovi talenti e intanto esibisce i suoi giovani. O una Fiorentina che impressiona per qualità e ferma uno stanco Milan. E poi i Misters: Prandelli si conferma uomo che sa gestire giovani e organizzare squadre. Spalletti che non ha bisogno di conferme. Rossi che esce allo scoperto con una Lazio ormai affermata con il suo gioco. Ma anche Novellino che prova il recupero di Recoba o la Samp che scommette addirittura su un Cassano agli sgoccioli. Insomma campionato finalmente interessante che non dovrebbe consentire facili pronostici in cui i giovani e gli allenatori conteranno un po’ di più e dove il bel calcio poterebbe finalmente essere un bene comune a tanti. Arbitri permettendo …

P.S. per approfondimenti ed articoli precedenti, e molto altro ancora sul mondo SW, potete consultare il Blog curato dal nostro amico Kaiserniky: https://scudettowebblog.altervista.org

Articolo di Scattante
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Juve, Roma: e’ fuga! Successivo Achille, piè incapace

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.