Recensioni: Anni’90

Ecco le recensioni per la categoria "Anni ’90":

BrainDamage85:

The Offspring – Pretty Fly(For A White Guy)(1998)
Testo

Uno dei pezzi storici degli Offspring per il cervello danneggiato della Competizione. Un Pezzo dal sound semplice, con un testo a metà tra la parodia e la rivolta contro gli stereotipi della società americana. Un gran bel pezzo che ai più nostalgici farà certamente piacere riascoltare. Pezzo che nel migliore dei casi potrebbe arrivare sul podio, o subito a ridosso.

Canemacchina:
Ben Harper – Burn One Down(1995)
Testo

Da quando nella competizione internazionale Canemacchina si è schierato con la Giamaica, ogni tanto salta fuori con ritmi e melodie quasi caraibiche che per lui, stanno quasi diventando un marchio di fabbrica. Pezzo semplice, senza grandi fronzoli melodici. Buon ritmo, sound lento e velatamente malinconico. Buona scelta di Canem, che rappresenta così quelli che sono stati gli Anni ’90, in pratica…un periodo di alti e bassi.

Dennis Bergkamp:
Non consegna 4 pezzi. -75 punti

Joey:
Social Distortion – Story Of My Life(1990)
Testo

Il sostituto di Cragnotti e Parmalat scende in campo con quello che riteniamo il suo cavallo di battaglia. Social Distortion con Story Of My Life. Pezzo Rock che sin dal titolo ricorda che gli Anni ’90 sono stati una nostra parte fondamentale. Buona carica adrenalinica, seppure in qualche modo contenuta. Buon brano, ma se per Joey significa molto per quello che gli ricorda e gli rappresenta, per noi non è nulla di eccezionale.
 
Knaz:
The Cardigans – My Favourite Game(1998)
Testo

Grande musica per Knaz che rispolvera un vecchio successo dei Cardigans, buon ritmo che trasmette anche una buona energia positiva. Ai più nostalgici verranno in mente antichi ricordi. Può far bene.

Lallo:
Skunk Anansie – Hedonism(1996)
Testo

Il gladiatore della competizione gioca sull’esperienza e, schierando la sorella gemella di Mr.Barry, tenta di accaparrarsi il voto dello stesso svizzero. Pezzo con continui cambi di ritmo, che comunque suscita emozioni e ricordi in chi l’ascolta. Pezzo che può far bene e che potrebbe arrivare sul podio.

Mike75:
Queen – The Show Must Go On(1991)
Testo

Non un brano, ma "Il brano". Ottima la scelta di Mike, che per l’occasione schiera un "pezzo da 90" dei Queen, probabilmente uno dei più belli di sempre. Continue emozioni e ricordi. Un gran bel pezzo. Che dire?! Se non vince la categoria, secondo noi, sarà comunque il vincitore morale.
Da segnalare la presenza nel video di Giovanni1982 (la donna che apre la porta all’inizio).

Mr.Barry:
The Cranberries – Zombie(1994)
Testo

Zio Fester, chiama Lurch e gli Zombie…Così il nostro "Cocciante" schiera i Cranberries, gruppo irlandese che nei pezzi inserisce sempre un qualcosa di celtico. Buon pezzo, buona la musica, buona la voce. Può far bene, ma secondo noi si assesterà intorno alla metà della classifica.

razorbladeromance:
Smashing Pumpkins – Disarm(1993)
Testo

Intense emozioni e melodie struggenti, per il vecchio Barney del forum. Buon pezzo, di atmosfera e che ricorda rinascite dopo periodi cupi. Di base diremmo da metà classifica, ma giocando sulle emozioni, Razor potrebbe arrivare in zona podio.

Torre878:
Pearl Jam – Alive(1991)
Testo

Pezzo imprevedibile quello del direttore. Le uniche certezze riguardo questo brano sono che è: un pezzo energico e grintoso e che ha un buon sound. Siamo anche certi che tra tutti quelli presentati, forse, questo è quello meno indicato per rappresentare gli Anni ’90, forse per troppa monotonia nella voce del cantante. Rimane comunque una buona carica adrenalinica e un buon ritmo e gioco di chitarre estremamente piacevole da ascoltare. Nel complesso non facciamo pronostici, questo pezzo può piazzarsi ovunque.

Whatever81:
Oasis – Whatever(1994)
Testo

Per Whatever il suo pezzo omonimo, che più lo rappresenta e che meglio lo esprime.
Leggermente più piatto di altri pezzi degli Oasis, viene controbilanciato grazie all’uso degli archi. Il risultato è un pezzo di buona fattura, che anche al primo ascolto suscita buone emozioni e coinvolge l’ascoltatore. Nulla di eccezionale, ma comunque scelta dignitosa. Da metà classifica o qualche posizione poco più su.

Zanetti_Capitano:
Jovanotti – L’Ombelico Del Mondo(1997)
Testo

Un pezzo dedicato a Globo, per il Capitano! Brano ritmato, allegro, vivace, ricco di percussioni. Sempre piacevole da ascoltare e che nei più nostalgici ricorda senz’altro  i bei tempi passati.
Brano outsider che potrebbe ambire a un posto sul podio.

Condividi se ti piace!
Precedente Life is now!!! Successivo Buon Compleanno!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.