Recensioni V: Quinta Giornata

Signore e Signori ecco a voi le recensioni della Quinta Giornata della Competizione Musicale V-Anni2000.
Quest'oggi i brani appartengono alla categoria "2004".


Antosalgio: Madreblu – Il Sogno
All'insegna dell'innovazione si apre la 5^giornata musicale. Antosalgio schiera un brano di un gruppo sconosciuto ai più, noto forse al solo Knaz, in quanto Lodigiano come il gruppo medesimo. Estremamente orecchiabile musicalmente, testo semplice ma non per questo banale. Trasmette una carica positiva in chi l'ascolta, ma forse manca un briciolo di aggressività. Chiaramente innovativa come proposta, gode quindi del fattore sorpresa.
Il "sogno" di Antosalgio è chiaramente quello di lottare per le zone alte della classifica. Può far bene, ma forse l'eccessiva dolcezza melodica potrebbe penalizzarlo.

BrainDamage85: Franz Ferdinand – Take Me Out
Scende in campo anche il cerebroleso della competizione e quest'oggi lo fa in grande stile. Con i Franz Ferdinand cerca di ipotecare un posto nelle zone alte della classifica. A tratti aggressivo e ben ritmato la proposta di Brain piace e convince anche se forse non appieno. La Band è nota e gode di buona fama, il brano è conosciuto anche se non conosciutissimo, non risulta quindi come un vero e proprio tormentone. Manca un pelino di originalità, ma nel complesso risulta una buona scelta. Da vedere cosa ne penseranno i votanti.

Canemacchina: Ben Harper and The Blind Boys Of Alabama – Church On Time
Tutt'altro genere da quelli precedentemente ascoltati, quello proposto quest'oggi da Canemacchina. Il manager fanatico schiera Church On Time un pezzo country, che potrebbe sembrare una ballata, ben ritmata piacevole da ascoltare. Proposta originale di un autore (Ben Harper) conosciuto, che in questo caso si è avvalso della collaborazione dei The Blind Boys of Alabama. Il risultato è un brano vispo, ben ritmato che senz'altro tiene sveglio l'ascoltatore anche più pigro. Sicuramente meglio di quanto scelto da Canem nella categoria 2003, ha le carte in regola per fare bene.

Carea: Kings Of Convenience – Misread
Vena romantica a tratti sonnolenta per la 5^ scelta in questa competizione del manager Toscano. Una proposta alquanto discutibile, il brano è noto e stranoto, manca di quell'originalità che ci saremmo aspettati da parte di Carea, soprattutto visto che ultimamente sembrava in lenta ascesa. Quest'oggi però non possiamo dire altrettanto. Brano con vene romantiche, malinconiche e a tratti melense, ma l'originalità  ci sembra latitare. Ci saremmo aspettati un pizzico di aggressività in più, e sicuramente la vena romantica ci ha stupito..ma forse con qualcosa di meno noto la critica avrebbe gradito. Alcuni voti dovrebbe riuscire ad aggiudicarseli, difficile prevedere se riuscirà a superare la metà della classifica.

Joey: Social Distortion – Angel's Wings
Chi continua a stupire in fatto di originalità è sempre Joey. Continua la maratona di nuove proposte da parte del manager calabrese. Un brano rock alternativo che ben concilia la base melodica romantica, con il timbro graffiato del cantante. Quello che ne scaturisce è un pezzo che ben si presenta trasmettendo positività, dolcezza, un velo di malinconia con piccole punte di aggressività. Band conosciuta soprattutto dagli amanti del genere, ma il pezzo è sconosciuto ai più e soprattutto ai votanti. Può far bene e anche questa volta potrebbe sognare in grande.

Knaz00: Europe – Sucker
Un gruppo d'altri tempi, in un brano piuttosto recente ma che ha sempre il suo perchè, probabilmente è questo che ha pensato la voce cartonata della competizione. Brano rock, aggressivo, melodicamente valido. Originale come scelta. Pecca però un po'  nel trasmettere emozioni, risulta infatti un po' piatto a causa della quasi totale assenza di cambiamenti di intensità melodica o canora che probabilmente avrebbero valorizzato maggiormente il brano in questione.
Nel complesso, un brano discreto ma senza grandi pretese.

Lallo: Diana Krall – The Girl In The Other Room
S'è svegliato finalmente!!! Il nonno si è svegliato dalla pennichella!!! Eh si perchè fino adesso sembrava che lalluzzo fosse andato in letargo. Musica sensuale, di una pianista di valore non conosciutissima nel nostro Paese ma che ai patiti del genere nostrani è sicuramente nota. Un brano sensuale, dolce e profondo. Sicuramente nuovo per stile nelle storia delle competizioni. Proposta valida che convince anche la critica e potrebbe, questa votla, addirittura lottare per le zone alte della classifica.
Ci sentiamo di dire, inoltre, che il viagra questa volta ha fatto il miracolo!

Marcomix: Incubus – Megalomaniac
La legge del contrappasso (non quella della L) per Marcomix. Quello che per antonomasia è il "modesto manager partenopeo" ogni tanto amplifica il suo ego e quest'oggi raggiunge l'apice con "Megalomaniac" sicuramente il suo opposto caratteriale. Un brano aggressivo con sporadici cambiamenti di intensità. Una scelta che trasmette molta rabbia ed aggressività. Brano sconosciuto ai più, gode quindi del fattore sorpresa.
A tratti forse è un po' troppo aggressivo, ma comunque risulta una buona prestazione da parte di Marcomix. Può far bene, ma forse l'eccessiva aggressività potrebbe penalizzarlo. Da vedere cosa ne penseranno i votanti.

Mike75: R.E.M. – Leaving New York
Dopo la scossa del brano precedente, una dose di tranquillità ce la suggerisce Mike. Una scelta, la sua, tranquilla, orecchiabile. Emozionalmente può suscitare ricordi nell'ascoltatore e per questo ci piace. Purtroppo il brano è alquanto conosciuto e l'orignalità quasi totalmente assente. Nel complesso è un buon brano, senza troppe pretese, la scarsa originalità però potrebbe precludergli posizioni altolocate.

Pezzotto: Kasabian – Club Foot
Il reporter d'assalto scudettiano scende in campo e lo fa portando un po' di inquietudine. Melodicamente omogeneo, senza eccessi, la voce ben si assembla alla base. Il risultato è un brano melodicamente buono, che suscita inquietudine nell'ascoltare, senza però fargli venire la pelle d'oca. Una sensazione che capita raramente ascoltando i brani in gara. Emozionalmente originale, come sembra originale (o quasi). in fatto di scelta. Nel complesso un brano senza eccessi, che può far bene.

Razorbladeromance: Papa Roach – Gettin' Away With Murder
Sembra aver trovato il bandolo della matassa pure il manager vicentino già autore in passato di celebri successi musicali. Quella di questa settimana sembra una conferma, dopo la buona prestazione (secondo la critica, ma non per i votanti) del turno precedente. Brano energico, aggressivo con tratti inquietanti. Trasmette una buona carica adrenalinica in chi l'ascolta. Un gruppo semisconosciuto in un brano altrettanto poco noto. Sicuramente una sorpresa positiva sia la scelta del brano che la prestazione del manager. Potrebbe lottare gomito a gomito nella parte alta della classifica, ma forse votanti più pacati potrebbero non apprezzare.

Torre878: Feist – One Evening
Musica serale da appuntamento galante per il Torre…sembra addirittura che si sia messo in ghingheri per trovarsi con Brain. Brano dolce, ritmato. Innovativo come artista, come brano e come genere. Sicuramente una ventata di musica nuova nella storia delle competizioni. Potrebbe far bene, ma forse l'eccessiva dolcezza potrebbe precludergli i voti dei manager più scalmanati

Zande85: The Killers – Somebody Told Me
Continua la mancanza di orginalità da parte del Zanderettore. Sicuramente un buon brano, ben ritmato, vivace, energico, orecchiabile e piacevole ad ascoltare. Ma ahinoi è un pezzo noto e stranoto, forse leggermente dimenticato da chi non segue i Killers, ma comunque ben conosciuto. Musicalmente una buona scelta, ma alquanto scontata. Da vedere il metro di giudizio dei votanti (o nel caso di qualcuno..il "mezzo metro").

Zanetti_Capitano: Modena City Ramblers – I Cento Passi
Ritorna su temi impegnati e musica d'autore il manager da giardino. Una proposta alquanto contemporanea perfettamente in linea con la vita politica e sociale di questi giorni. Melodicamente semplice, piacevole, vispo e ben ritmato, ispirato all'omonimo film. Un testo semplice senza troppi fronzoli metaforici. Risulta una scelta nuova e innovativa. Piace e convince la critica. Potrebbe candidarsi per un posto di prestigio sul podio, ma non è detto che i votanti la pensino allo stesso modo.

Zhaman: Arcade Fire – Neighborhood #1 (Tunnels)
Interessante l'ultimo brano di giornata del molisano invisibile Zhaman. Brano intrigante non facile da definire. Melodicamente costruito su una buona base musicale, complessa, intricata. Lascia un po' perplessa la voce acuta del cantante, a tratti stridente che se nel complesso ben si abbina alla base, in alcuni momenti lo stridio sembra stonatura. Emozionalmente malinconico ma con rari momenti di fiducia e speranza.
Un gruppo recentemente uscito alla ribalta, ma con un brano conosciuto forse solo agli amanti del genere o comunque del gruppo. Brano di difficile interpretazione, difficile in questo caso predire come lo giudicheranno i votanti.

Condividi se ti piace!
Precedente Gazzetta di Superlega Apertura: N.12 Del 13/12/2010 Successivo Blog a quota 18.000

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.