Recensioni V: Settima Giornata

Signore e Signori ecco a voi le recensioni della Settima Giornata della Competizione Musicale V-Anni2000.
Quest'oggi i brani si alternano tra vecchi successi e nuove proposte, appartengono comunque tutti alla categoria "2006"…


Antosalgio: The Strokes – Heart In A Cage
Settima giornata di sfide musicali che si apre con Antosalgio, che da un po' di tempo a questa parte sta assumendo una vena rock piuttosto inaspettata da parte sua. Il brano di oggi..sebbene soprattutto nell'intro possa ricordare il celeberrimo "gioca jouer", come qualità ritmica, è comunque una buona scelta. Brano non conosciutissimo, di una band nota soprattutto agli amanti del genere. Un brano allegro, vivace che dà la carica in chi l'ascolta. Potrebbe essere un'ottima scelta come musica per il risveglio mattutino. Vivace e ottimistica, ma non troppo aggressiva. Buona scelta anche se non eccezionale. Può far bene.

BrainDamage85: Kasabian – Shoot The Runner
Torna in scena il cerebroleso per eccellenza del forum. Un sound rock anche per lui quest'oggi. Probabilmente influenzato dalle ultime correnti musicali della "direzione"..ci porta un brano non famosissimo di una band che ultimamente sta dando buoni frutti. Una scelta tra il rockettaro e l'ipnotico per cercare di catturare voti. Forse emozionalmente piattino ma piace comunque il tentativo di colpo a sorpresa. Nel complesso una proposta non eccezionale, ma neanche brutta.

Canemacchina: DeVotchKa – Till The End Of Time
Ritmi altenaviti, brani sconosciuti e un velo di malinconia…questi gli ingredienti frequenti (con rare eccezioni) di Canemacchina. La ricetta di oggi non è da meno. Un brano sconosciuto ai più che potrebbe deprimere l'ascoltatore più emotivo. Nel complesso una buona scelta, innovativa e gradevole. Potrebbe far bene anche se i voti dei giudici più esagitati e scalmanati non sono nel preventivo..

Carea: Arctic Monkeys – When The Sun Goes Down
Segnali di risveglio dalla toscana. Un po' a sorpresa il bischero Carea ci propone oggi uno dei brani maggiormente trasmessi sulle nostre frequenze, soprattutto da parte di chi scrive. Ovviamente qui ad innovazione ed originalità siamo scarsini, ma se non altro ha tentato il colpo a sorpresa per salvarsi almeno dalla critica. Brano ritmato, con differenti intensità musicali ed emotive. Un brano vocalmente semplice, ma ben strutturato musicalmente. Una scelta che piace alla critica, ma che pecca in originalità. Da vedere se la giuria premierà il brano o se penalizzerà l'innovazione.

Joey: Blind Guardian – Fly
Dopo settimane di attesa, forse ritorna il joey dei tempi che furono. Accontonati questa settimana i ritmi punk si ritorna al suo più tradizionale "power metal". Brano e band praticamente sconosciuti (tranne ai patiti del genere). Energico, vivace, prepotente e potente..in una parola "impetuoso". Con un brano così, e per di più sconosciuto, joey questa volta ha le carte in regola (secondo la critica) per giocarsi la vittoria di giornata.

Knaz00: Breaking Benjamin – The Dairy Of Jane
Il manager dalla voce cartonata, tenta di riprendersi la vetta della classifica, persa nel turno precedente, e per farlo prova a ritornare sui suoi standard. Brano sconosciuto, (per non dire mai sentito). Energico, tetro e con momenti di rabbia e disperazione..che ben si alternano a momenti forse più ottimistici. Una scelta buona, ma forse gli manca quel qualcosina per convincere appieno la critica. Nel complesso potrebbe arrivare in zona podio.

Lallo: Sergio Mendes featuring Black Eyes Peas – Mas Que Nada
Brutta cosa la vecchiaia, spesso ci si dimentica dei tormentoni e può portare a pensare che certi tormentoni possano essere stupefacenti. Beh..sulla parola stupefacenti potremmo fare facile ironia in questo caso, ma non la faremo questa volta Brano noto e stranoto. Utilizzando anche in qualche spot televisivo. Melodicamente si sente il ritmo latino… Nel complesso: per nulla originale, una struttura musicale molto semplice (quasi scontata) emozioni scarsine. Insomma, per la critica è già tanto se arriva a metà classifica. Forse con un paio di cuBi in più, ci avrebbe convinto maggiormente.

Marcomix: Pearl Jam – Life Wasted
Facendo finta di dimenticarsi l'esistenza di Apicella, Nino d'Angelo, Gigi D'Alessio etc…il modesto manager partenopeo quest'oggi si cimenta nel grunge. Una bella scossa adrenalinica è quello che traspare da questo brano dei Pearl Jam. Band nota con un brano conosciuto soprattutto ai patiti del genere e che raramente si è sentito in circolazione. Melodicamente valido, ma la voce piuttosto omogenea forse rovina il tutto. Emozionalmente non entusiasmante, ma comunque una buona scelta anche se non convince appieno la critica.. Nel complesso potrebbe arrivare a ridosso del podio.

Mike75: Gnarls Barkley – Crazy
Il manager leccese torna sul palco quest'oggi accompagnato dai Gnarls Barkley..(speriamo che il palco regga.) Brano noto e stranoto, anzi questo è probabilmente il pezzo più conosciuto del gruppo. Ben rimato e vocalmente intenso. Il tutto (musica e voce) ben si concilia e il pezzo è valido. Forse manca quel pizzico di aggressività che avrebbe potuto lasciare il segno. Scelta non eccezionale che dovrebbe piazzarsi nelle posizioni di metà classifica.

Pezzotto: Plain White T's – Hey There Delilah
Si ritorna alle falde del Vesuvio. Quest'oggi il "Pezzotto" dell'omonimo manager è un brano dolce, armonico, ma anche ben noto ed era stato un tormentone (o quasi) all'epoca. Brano dolce, malinconico. Una buona scelta, sempre piacevole da ascoltare. Forse l'eccessiva dolcezza e la mancanza di origianlità potrebbe penalizzarlo, ma comunque alla critica non dispiace.

Razorbladeromance: The Fratellis – Henrietta
Dopo la malinconia del brano precedente, torna Razor portando un po' di verve e spensieratezza. Brano conosciuto (ma non conosciutissimo) che forse in molti avevano messo nel dimenticatoio. Brano da ritmi frivoli e spensierati..una ventata di ottimismo (che ogni tanto fa sempre piacere) per convincere la donna amata a seguirci armi e bagagli. Brano gradevole, ma forse troppo allegro per certi votanti..Per la critica comunque dovrebbe arrivare in zona podio.

Torre878: Jarvis Cocker – Running The World
Eh…quando il torre ha la voglia non c'è nulla da fare…sarà colpa dei vestiti di payette del valletto Brain, o sarà la primavera! Mah! il brano che porta oggi il diretur è un brano intenso, profondo soprattutto nella parte iniziale. melodicamente e vocalmente semplice, nel complesso…Il testo è ribelle e contro l'andamento del mondo di oggi. Una scelta non entusiasmante dal punto di vista melodico, ma interessante per quanto riguarda i contenuti. Interessante vedere quale aspetto vorrà premiare la giuria.

Zande85: Placebo – Song To Say Goodbye
Il ragazzo sci-munito, ma sempre in gamba torna in campo quest'oggi e schiera un brano che nel 2006 ha riscosso ampi consensi. Brano noto e stranoto, pecca un po' in originalità  Il pezzo in sè emozionalmente cupo è anche ben assemblato tra voce e musica. Nel complesso una scelta discreta non originale, che però sia melodicamente che emozionalmente non esalta la critica. Possibile un piazzamento da metà classifica in su qualora la giuria non si sia ancora stufata di sentirlo.

Zanetti_Capitano: Red Hot Chili Peppers – Dani California
Abbandona quest'oggi (una volta tanto) i temi politici di casa nostra il manager da giardino. Brano rock, un po' naif, se vogliamo, dove si alterna uno stampo rock classico, con momenti più ritmati e spensierati. All'epoca fu un tormentone, ma anche all'epoca per la critica non era uno dei brani migliori dei RHCP. Scelta coraggiosa, quasi scontata, ma forse troppo commerciale e poco rock. Anche perchè su Stadium Arcadium (album a cui apparitene il brano in esame) c'erano forse pezzi migliori. Nel complesso, anche amando ll gruppo carliforniano, è già tanto se arriva a metà classifica.

Zhaman: My Chemical Romance – Welcome To The Black Parade
Ci sono tormentoni e tormentoni..ed il molisano invisibile lo sa bene. Accantonato anche in questo caso il fattore novità, ci proprone un successone del 2006. Sentito e risentito per carità, ma comunque sempre piacevole da ascoltare. Brano emozionalmente carico, con diverse intensità ma dove la grinta prevale. Brano a tratti trionfale ed energico. Una buona scelta, forse il tormentone migliore della giornata. Se non fosse per la mancanza di originalità diremmo che potrebbe giocarsi la vittoria di giornata..ma magari la giuria vorrà trascurare questo piccolo dettaglio, premiandolo lo stesso.

Condividi se ti piace!
Precedente Raccolta Completa Gazzetta di Superlega Apertura 2010/11 Successivo Superlega 2010-2011 Clausura: I Manager e le Serie

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.