S.F.Q.I.

Sono forti questi italiani. Così potrebbe aprire un giornale italiano domani. Al contrario, volendo essere un po’ perfidi, lo stesso giornale potrebbe intitolare così: sono fortunati questi italiani. In effetti, oggi l’Italia ha fatto una partita molto attenta in fase difensiva, ha costruito un paio di palle gol e in fin dei conti ha fatto una partita onesta, soprattutto contando il fatto che per poco meno di un tempo la partita è stata giocata in superiorità numerica australiana. Il fato però ce ne ha messo del suo regalandoci un rigore al 95’ quando ormai gran parte della gente non ci credeva più già da parecchi minuti. Decisiva senza dubbio è stata l’entrata del pupone al posto di un Del Piero non brillantissimo in fase offensiva ma che si è sacrificato molto. In generale comunque grandissima prestazione del capitano Cannavaro e dell’Orient Express Zambrotta. Meno incisivi del solito Gilardino e Pirlo.
Cercando di trarre delle conclusioni generali sull’Italia di Lippi alla luce delle quattro partite disputate fin’ora è innegabile che non è questa l’ Italia che vogliamo, non è questa quella squadra che fa il gioco, che pressa gli avversari, che gira la palla e probabilmente non lo sarà mai. Quest’Italia verrà ricordata come un Italia senza dubbio tosta, tatticamente molto abile, molto cinica anche se poco spettacolare. Così è se vi pare… Il 30 giugno L’Italia affronterà nei quarti di finale l’ucraina di Shevchenko, reduce dalla vittoria non del tutto meritata ai rigori contro una Svizzera mai doma. Forza azzurri, fateci sognare!!!

Articolo realizato da Bosss
a cura del gruppo giornalistio di Scudettoweb.

Condividi se ti piace!
Precedente Ottavi ci tocca l'Australia Successivo Tour de France 2006

Un commento su “S.F.Q.I.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.