Scrutare l’orizzonte

Carissimi lettori, siamo sempre qui. Ci scusiamo con voi per le poche notizie, ma come ben sapete per ScudettoWeb non è un periodo proprio roseo e dopo l’ultimo messaggio di questa estate non ci sono state grandi novità scudettiane, purtroppo.
Per quanto ci è dato sapere i forumisti, pur di non perdere i contatti tra di loro, grazie alla vastità della “rete”, si sono organizzati in svariati modi e sappiamo che quando la nostra piattaforma preferita tornerà, loro saranno lì pronti a ruggire, nuovamente. Purtroppo non siamo in grado ancora di dirvi se ci vorrà qualche settimana o qualche mese, vi chiediamo solo di continuare ad avere pazienza e fiducia.

Se non ci sono novità dal mondo scudettiano, sembra non ci siano grandissime novità neppure in Serie A.
La Juventus continua a farla da padrona, anche se ultimamente ha dovuto far fronte a infortuni importanti, risulta ancora prima in classifica.
Rimane da capire chi sarà la vera antagonista tra la Roma, il Napoli ed un Milan che con Montella, pur cercando continuità di risultati, sembra aver ritrovato gioco e fiducia in se stesso.
Discorso diverso per l’Inter, vittima della propria società, cinese, e dei propri giocatori. I giocatori nerazzurri presi singolarmente sono sicuramente di medio-alto livello ma collettivamente la squadra non è ancora un gruppo coeso. Chissà se Pioli sarà in grado di indicare la giusta direzione a suoi.
Curiosità c’è anche per la nazionale.
Spesso in altri articoli abbiamo evidenziato la necessità di puntare sui giovani di casa nostra per far crescere la Nazionale e per dare, senza perdere in qualità, quel ricambio generazionale inevitabilmente necessario.
Nelle partite fin qui disputate gli azzurri non hanno strabiliato, ma i giovani sembrano all’altezza di questa maglia. Potrebbe essere utile qualche fenomeno, indubbiamente, ma più volte abbiamo visto come il collettivo spesso riesca a sopperire all’assenza di grandi campioni.
C’è solo il dubbio che questa generazione non sia all’altezza delle precedenti, ma non tanto per le qualità tecniche, quanto per quei valori che i grandi campioni riuscivano a trasmettere ai giovani dentro e fuori dal campo. La colpa in questo caso non è dei giovani quanto di chi dovrebbe insegnar loro tali valori.
La sensazione è che alcuni di loro siano più “modelli” che giocatori, ed altri, invece, siano giovani talentuosi che vogliono lavorare sodo per arrivare “in alto”.
L’attuale Commissario Tecnico Ventura, con la sua esperienza, potrebbe essere la chiave per far crescere sia i talentuosi che gli appariscenti.
Questo è quello che ci auguriamo per il calcio azzurro.
Che torni ScudettoWeb al più presto, invece, è quanto ci auguriamo per i tutti i fantamanager


Articolo di Kaiserniky
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Il Medagliere finale di Rio 2016 Successivo Richiami d'Oriente

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.