Solo nella Pampa

Triste, sconsolato.
Osserva i suoi cavalli un tempo forti belli, vincenti.
Corrono nel recinto e si danno da fare.
Sembrano sani e probabilmente lo sono anche perché amorevolmente foraggiati e seguiti dai più famosi veterinari.
Eppure…Un velo di tristezza nei suoi duri occhi che hanno visto momenti di gloria e momenti di sofferenza, ma che sempre hanno osservato ma non sempre hanno capito. Cosa fare ora, quali espedienti possono migliorare la situazione. Ma nella sua mente ottusa l’unica soluzione consiste nel comperare qualche nuovo stallone, migliorare la razza e tornare a vincere in tutti i tornei grazie a forze nuove.
Eppure non è così…Alcuni purosangue sembravano non più all’altezza, parevano stanchi disinseriti nel gruppo e quindi non più funzionali, e secondo il suo giudizio, non più funzionanti e così li ha venduti agli allevamenti vicini e lontani.
Ma non c’è riconoscenza. Appena approdati alle nuove stalle ecco che si sono rinvigoriti e hanno ripreso ad essere forti e allegri, correndo come mai avevano fatto nei suoi possedimenti. Sperava di diffondere quel morbo che secondo i suoi scarsi mezzi di analisi affliggeva i suoi cavalli spostando l’infezione verso i rivali così da bloccarli e contaminarli. Renderli più deboli e quindi meno distanti dai suoi campioni , più avvicinabili e magari superabili. Ma niente. Nemmeno questa carta ha funzionato.
Il mezzadro osserva la sua mandria con uno sguardo ottuso e assente… Pensa. Pensa ma non è chiaro a cosa pensa.
L’odore delle stalle è così diverso da quello del suo amato petrolio eppure si inebriava di questi olezzi, quasi si immergeva in questo sudore. Vedeva la fatica e la sentiva anche dentro di se. E sapeva di gioia e di successo. Un odore che valeva la vittoria e che perdonava la fatica.
Adesso invece lo stesso odore non è più sinonimo di gioia, ma è.. solo puzza. Odore acre peggiore anche di quello delle sue raffinerie. Che fare… Lui è triste e nessuno riesce a dargli i giusti consigli.
Eppure la soluzione deve esserci, e lui la cerca disperatamente. Ha appena scoperto che spendere, spendere e poi spendere ancora non porta sempre a vincere e questo lo rende perplesso perché non conosce altre strade, non capisce altro che questo.
E’ triste il povero mezzadro, solo nella pampa con i suoi campioni. E’ triste…

 
Articolo di SCA–TTANTE
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Concerti, sinfonie e note stonate Successivo Ragionevolezza in Fuorigioco

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.