A Milano signori si nasce

Niente da dire. A Milano signori si nasce. Si perchè quando fai uno sgarbo a qualcuno sei portato subito a rimediare con un mazzo di fiori, una plusvalenza, una stretta di mano. Cosi dopo una cena per due a sistemare i bilanci scambiandosi giocatori che nemmeno ricordano giocatori di serie B, accade l’irreparabile: l’affare Suazo. Massimo e Adriano comprano lo stesso giocatore. Moratti il signore, che se ti manda a quel paese lo fa gentilmente e indicandoti la direzione, reclama l’accordo con il giocatore, Galliani, l’altro signore, che se ti manda a quel paese è perchè gli hai chiesto come mai Bortolomutti, giocatore di serie D, è stato valutato 18mln di euro, reclama l’accordo con la società. “Conosco il personaggio” suona con fare stizzito il Presidente dell’Inter,  “A voi i commenti” risponde a distanza Galliani. Ma come? E tutti gli scambi per sistemare i bilanci? I giocatori regalati a creare la squadra campione d’Europa? Non vogliono dire più niente?
L’amore se n’è andato, ma proprio quando tutto sembra perduto ecco arrivare come il dottor stranamore il Pm Nocerino. Milan e Inter avrebbero truccato i bilanci con plusvalenze fittizie e accusa ancora più grave, una delle due non si sarebbe potuta iscrivere al campionato. Finalmente una delle coppie più belle nonchè signorili del mondo è presto ricomposta, già perchè vederli l’ uno accanto all’altro come Albano e Romina è una cosa che riempie il cuore. E ci scappa anche il gesto di pace! Il Milan si ritira e Suazo finisce all’Inter. Già, perchè a differenza di quello che le malelingue diranno i due non si riuniscono per far fronte comune a Nocerino, ma perchè sono due signori che sanno chiedere scusa. Evviva Milano la città dell’eleganza e della signorilità.

Articolo di Giovanni 1982
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Speciale Copa America 2007 Successivo 5000 Visite!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.