Il Pagliari nel Pallone (Quarta puntata)

"…Intanto, al campo Colombo, le due compagini al gran completo si stanno cantando addosso ogni razza di inno e i due capitani si scambiano i primi complimenti a centrocampo, sotto lo sguardo già spento del povero direttore designato.
Unico il solito spettatore, ma enorme.
Chi lo conosce lo sa chi è il Serafino…Il nostro mitico Supertifoso.
160 Kili di ingordigia e un bel pallone al posto della faccia; ci seguiva ovunque, come fossimo la sua nazionale del cuore.
Ci seguiva, il Serafino.
Mi dicono che non c’è più. Pare abbia raggiunto in cielo il suo predecessore d.o.c., quello che seguiva la nazionale italiana in ogni dove con la sua valigia di entusiasmo e la pastasciutta buona buona nei sogni. Sembra che mangi di tutto, il nostro Arciangelo Serafino , anima rossonera… Alla stessa tavola di Gianni Brera e Rececconi…
Perché il Serafino pianse disperato quando il Rececconi, mascherato da Platini per l’occasione, si prese un colpo in testa da un gioielliere qualsiasi.”
“Pagliari, sento delle interferenze…Torna a centrocampo a fine anni ottanta per il calcio d’inizio dello storico incontro F.C. Hard-Core 1979 vs Derby Bresso… Sento il Cornino fischiare”
“Ti parlo al presente eh, ma stai attento…Siamo sempre nel 1989 quando…Fischia il Cornino e una bufera si abbatte immantinente sul rettangolo della sfiga. Tutti aprono il proprio ombrello, biancorossi gli ombrelli hardcoriani, bianchi e brutti quelli di quelli del Derby Bresso. Nero e sporco quello del signor Massimo Cornino da Baggio, il popolare quartiere con tanto di ospedale militare, tanto per gradire…
I primi tre minuti passano via lisci. Solo slim slam Mancini, la nostra aletta che non lotta, ha leggeri problemi e volteggia sulla fascia, ma dieci metri più su, vittima di una corrente ascensionale e dell’ ombrellone gigante che gli ha prestato il Serafino. Nessuna azione di rilievo, una sola imprecazione altisonante, peccato non potertela riferire (è coperta dal segreto istruttorio).
All’improvviso un triplice fischio, quasi quadruplice, e non è il suono del Cornino. Uella…Mannaggia…E’ arrivato il Montalbano, astutissimo commissario di campo inviato dall’ArciAia per controllare l’operato dell’arbitro peggiore del mondo impegnato a dirigere la partita peggiore della storia.
“Via quegli ombrelli, subito, chiudeteli fuori dal campo !!!”
‘Sto zacco di Montalbano…
”Perché”, gli faccio, “Non vede che piove? L’ombrello e` adatto alla bisogna…E poi il Signor Cornino ha controllato l’Arciregolamento. Nulla obstat !”
Montalbano è irremovibile, e forse non sa di latino…Palla a due.
Cornino sta per scodellare. Il Muto e Mastino Caleppi si fronteggiano ringhiosi, ogni pallone è fondamentale in ogni incontro Hard-Core vs. Derby Bresso.
Cornino scodella.
Splash. La solita pozzanghera di colla, è una sola ma si sposta dappertutto, tipica del campo Colombo di Via Del Cardellino, addirittura luccica quando gioca l’Hard-Core. Montalbano fa segno a Cornino di andare avanti e se ne va, lasciandoci in balia dello sventurato direttore di gara designato”

Fine della quarta puntata.

Articolo di SuperPadre Pio
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Coppa Superlega Apertura: Risultati Quarti di finale Successivo Competizione V: Risultati 4^ giornata

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.