Quarto raduno scudettiano: 15-16/06/2013

Dopo le esperienze degli ultimi anni, Sabato 15 e Domenica 16 giugno 2013 si è svolto a Soliera (in provincia di Modena) presso l’Agriturismo Oca Bigia, il quarto ritrovo di massa tra forumisti di ScudettoWeb.
Ecco a voi un resoconto dettagliato firmato da Equus, di come è andata (a seguire foto e filmati).

Si è chiuso un triennio:
Quest’anno si è scelto di tornare a calcare il campo da calcetto, eh si quello famoso posto dentro il pallone, quello da 35° di cui ne percepiscono 45° per l’umidità. Ma infatti questa è una faccenda solo per uomini duri!!!
Sabato 15/06/2013 ore 16.00 il campo è prenotato. Per due lunghe, intere ore.
A Soliera vita una battaglia che comprenderà veramente di tutto: cuore, fisico (più da una parte che dall’altra), scontri tra titani, sombreri, calci rotanti alla Chuck Norris, ginocchia e gomiti sbucciati… e se vi viene in mente qualcos’altro di più epico?! Beh sappiate che c’è stato sicuramente ma a me non è venuto in mente.
Si inizia alle 16.15, ergo c’è stato un riscaldamento/riposo un po’ lunghetto. I rossi hanno qualcosa di strano negli occhi, occhi che sono da tigre. I gialli hanno le gambe un po’ molli ma fanno trasparire sicurezza e confidenza. Anche troppa. Gli schieramenti vantano 6 giocatori da entrambe le parti, per cui si hanno anche cinque minuti di riposo a testa per un elemento.
Gialli: Beppo, capitano che vanta il titolo di miglior portiere del torneo. Kavos ed Equus difensori con licenza di randellare e con lo spauracchio Tony dall’altra parte. Tittore e The Bosss a fluidificare con obbligo di segnare ed assistere. Digital è l’ariete deve solo sfondare manco fosse un romagnolo ad agosto in riviera in mezzo ad un campus di tedesche.
Rossi: Marcomix, portiere non per vocazione ma per necessità, avrà modo per dimostrare che c’è del valore, soprattutto dove meno te lo aspetti. Jackal, deve fare legna e picchiare e in passato ha dimostrato di saperlo fare con Fonfluss spesso come compagno di reparto. Carea allenatore giocatore che ha in mente un piano infallibile. Zhaman forze fresche e corsa per fare raccordo con il cecchino: Tony Manero, il bomber che la piazza di Firenze vorrebbe agli ordini di Montella.

1° TEMPO
E già nei primi 5 minuti si manifesta l’impossibile: Rossi in vantaggio, manco a dirla con Tony Manero. Scatta sul filo del fuorigioco e infila Beppo nell’angolino. Lo sbigottimento è forte, sia in campo che nelle panchine. Gli spazi sono chiusi e sorprendentemente a Beppo tocca ancora raccogliere il pallone in fondo alla rete, ma in questo caso si è tutti ad applaudire Jackal che anticipa l’attaccante avversario e si invola da solo in avanti, destro preciso e stadio ammutolito, quindi è subito 0-2. I tanto decantati gioiellini dei gialli non si riescono a riprendere, trovano sempre e cmq un muro davanti a loro, finchè non è The Bosss a dare un cambio di rotta perché nel giro di pochi minuti trova un gol e subito dopo un assist a Tittore che portano ad un pareggio lampo con azioni che si sviluppano tutte dalla destra (2-2).
A metà primo tempo è Tony a dimostrarsi fin cui miglior in campo, sorprendentemente non gioca di punta, ma decide di fare gioco e dialogare con i compagni dalla sua metà campo. Trova un’azione delle sue girandosi spalle alla porta e segnando un gol/non gol che non verrà mai spiegato dalla telecamera, visto che non è chiaro se Kavos riesce a salvarla prima che oltrepassi la linea, ma soprattutto perché in quel momento l’obiettivo era inspiegabilmente puntato dalla parte opposta del campo. Gol convalidato che vale il 2-3, punteggio con cui mister Carea vorrebbe concludere il primo tempo, se non fosse che Digital comincia a prendere le misure e gli spazi nell’area avversaria, sfonda la difesa e la mano di Tony Manero in versione portiere. 3-3 si conclude un tempo per mancanza di forze.

2° TEMPO
45 minuti sono andati. Le carte sono in tavola ed ogni squadra sceglie di continuare la sua strategia: i Rossi si chiudono e vogliono coprire ogni spazio, sanno che se riescono a continuare in questo intento la partita sarebbe loro, infatti i gialli hanno portato spesso palla, ma senza sapere effettivamente come fare. I gialli non possono cambiare di colpo il loro modo di giocare, sanno di avere i mezzi tecnici per imporsi e soprattutto il fisico per continuare ad attaccare ed al tempo stesso difendere, ma devono ritrovare il filo del gioco e vedere la porta.
La risposta non tarda ad arrivare, i rossi hanno perso molta verve, infatti pronti e via, Equus riesce a liberarsi ed a piazzare un tiro preciso e potente nell’angolino (4-3). La partita è tutta dalla loro e solo uno stop errato di Digital libera la zampata dello Sciacallo. Pareggio 4-4, ma è questo a scatenare Digi-Hulk! Nel giro di un minuto si fa perdonare siglando il gol della giornata. Riesce a rapinare in area di rigore avversaria, ma sceglie di farlo con classe: pallonetto al portiere (poco colpevole) e deposita palla in gol. Da vedere e rivedere, e per fortuna pare che la telecamera fosse puntata. Altro giro di orologio e Digital serve la tripletta 6-4 anche questo tiro è di pregevole fattura. Purtroppo la partita si avvia alla conclusione, i rossi perdono la concentrazione il morale e la partita in poco tempo. Tittore porta a casa un altro gol tramite uno sfondamento da calcio d’angolo. Si parla di un tocco di mano, chissà se è cosi. Ed anche Bosss vuole siglare la sua doppietta, sul fischio finale altra palla persa e rete in saccoccia per l’ 8-4 finale.

Dicevamo ad inizio articolo: si è chiuso un triennio in quel di Soliera e i campioni di tutto questo sono i Gialli (non inteso come i cinesi che stanno acquistando tutti i negozi d’Italia). Il risultato lascia poco da recriminare, non ci sono infortuni che tengano e nemmeno la teoria dei troppi mancini in squadra rossa.
Carea si complimenta con capitano e squadra avversaria finendo addirittura con la consegna della coppa. E sancisce la fine delle ostilità. Ma è fiero della propria squadra e ne ha ben ragione.

Guarda le foto del raduno
Il video del raduno

Precedente Speciale Calciomercato 2013 Successivo A Settembre: Superlega 2013-2014

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.