Beppo intervista: Zanetti_Capitano

Buongiorno cari amici forumisti e benvenuti alla tredicesima puntata di questa rubrica.
Sono numerose le lettere che arrivano in redazione che ci confermano il vostro gradimento, e per questo vi ringrazio a nome di tutto lo staff.
Dicevamo puntata numero 13, numero fortunato o sfortunato ammesso o concesso che vi affidiate alla cabala. Ma chi è il fortunello? Il mio amico Panino (che presto o tardi conoscerete) dice… Giuda?
No caro Panino…. è una persona di spicco in questo forum, uno dei nostri moderatori, sapete… quei nomi che compaiono in alto sul forum.
Ho il piacere di presentarvi….

Cap. Zanetti

Panino: Cap. Zanetti da buon moderatore, come Kaiser, se ne sta in serie D in Superlega. Come il Kaiser incomp…
Beppojosef: Scusate, Panino voleva dire, sfortunato al gioco, fortunato in amore.

Ma bando alle ciance e passiamo alle domande.

Beppojosef: Benvenuto e si accomodi in cabina. Si sente come un concorrente del Rischiatutto? Allegriaaaaaaaaaaaaaaa, si descriva (è vero?) ai nostri lettori (è vero?). Via al cronometro! Ops! Mi perdoni, vada pure senza cronometro.
Cap.Zanetti: ecco meglio, non ho mai amato le misurazioni cronometriche. Non è mai stato il mio forte la sinteticità, ogni qualvolta cerco di essere conciso mi sembra sempre di non aver detto quello che volevo. Mi metto dunque comodo….Come dice? Ah già, scusatemi, innanzitutto buonasera a tutti. Io sono Zanetti_Capitano, per gli amici Marco. Sono un ragazzo di 24 anni, molto attivo e poco propenso alla solitudine. Anzi, dicono abbia un vero e proprio complesso nei confronti dello “star da solo”. Amo moltissimo la compagnia, stare tra la gente, ma odio le folle. Evito mercati, mercatini, supermarket e posti del genere perchè mi mettono ansia, ma sono sempre in cerca di un concerto dove poter incontrare persone e far festa con loro. Amo la musica rock, sono un fumatore piuttosto regolare, non un grandissimo amante degli alcolici, ma che non rifiuta mai un bicchiere. Ovviamente interista sfegatato, come si può intuire dal nome. Amo gli artisti, l’estro e l’entusiasmo. Credo di aver detto abbastanza su come sono fatto, posso lasciarla continuare.

Beppojosef: Da quanti anni frequenta questo forum e come è diventato moderatore?
Cap.Zanetti: uuuuhhh…da quanti anni vediamo…credo 4, aspetti che guardo…sìsì 9 novembre 2004 la data di registrazione, fra poco si festeggiano 4 anni. Sono diventato moderatore perchè con il tempo si è cominciato a capire che il semplice calcio non poteva più bastare per un posto di ritrovo come questo in cui si parlava di tutto. In più si stava per arrivare ad un periodo piuttosto bollente, di lì a poco ci sarebbero state le elezioni, il forum si stava espandendo e c’erano decine e decine di 3ad al giorno. Ero uno degli utenti più in vista, in quel tempo, e credo di essere stato, ed essere tutt’ora, uno con cui si può discutere, argomentare, controbattere. Scud e gli altri mi hanno dato fiducia e di questo li ringrazierò sempre.
Ovviamente tutto ciò non sarebbe comunque stato possibile se buona parte degli utenti di allora non avessero chiesto più volte la mia nomina. In quel periodo avevo molto più tempo e riuscivo anche a seguire il gioco e l’assistenza. Ora invece, mi tocca centellenare le mie presenze.

Beppojosef: Ultimamente però il lavoro "sporco" lo vedo fare spesso da gli altri moderatori e poco da lei. Ha parlato di delusione da forum. Ora di mollare il cadreghino oppure ora di prendersi un po’ di pausa per ripartire più forte di prima?
Cap.Zanetti: come ho appena detto mi tocca centellinare le presenze in questo forum per altre necessità ed esigenze. Mi spiace che il lavoro sporco sia tutto nelle mani dei miei colleghi moderatori, è mio impegno riuscire a dar loro un maggiore aiuto, ma sono subentrate nella mia vita possibilità ed esperienze a cui non ho potuto rinunciare, per mia volontà. La delusione di cui lei parla è per la situazione che si sta andando a creare da un po’ di tempo, ma avremo tempo di approfondire meglio anche altrove.
Il cadreghino non è un qualcosa che sento mio a tal punto da doverlo difendere a tutti i costi. Io offro ben volentieri il mio contributo quando posso a questo fantastico forum. Se capisco che il mio contributo non è più in linea con il ruolo che mi è stato assegnato non ho nulla da obiettare se propongono di togliermelo. Una pausa non credo avrebbe senso in quanto non credo alle “pause di riflessione”. Credo piuttosto nel tentativo da parte di ognuno di cambiare la situazione. Se non mi piace una cosa tento di cambiarla. Sarebbe più facile essere in gruppo, ma anche da soli bisogna fare questo tentativo. E’ una cosa difficile, ma mollare non avrebbe senso. L’egoismo mi ha sempre provocato reazioni allergiche.

Beppojosef: Mi scusi se insisto sull’argomento, ma con lei mi viene naturale. Cosa c’è che funziona e cosa invece non funziona nel forum?
Cap.Zanetti: ci sarebbe da parlarne per ore e ore. Su cosa va credo che lo assistiamo giornalmente. Il flusso di persone che continuano ad essere presenti e fermarsi dopo essere passate una volta credo conforti più di ogni altra cosa. Abbiamo persone di tutte le età che possono parlare di qualsiasi cosa e trovare immediata risposta. Siamo preparati un pò in tutti i settori perchè andiamo dall’informatica del kaiser alle montagne di luca, dalla Legnano di Torre alla Palermo di Mike. E sai che se scrivi una cosa non verrà ignorata.
Cosa non va non è facile sintetizzarlo. Soprattutto credo che l’aspetto peggiore sia il fatto che ci sia una specie di volontà di maggioranza. Abbiamo difficoltà ad ascoltare chi la pensa diversamente da noi. Anni fa per colpa mia se ne andò un utente. Da allora imparai che è forse più importante saper ascoltare che non portare con forza il proprio ideale. Ho ancora difficoltà a calarmi in questa parte, ma credo che col tempo ce la possa fare.

Beppojosef: Passiamo ora alla sua vita privata. Ci parli ora del suo rapporto con l’universo femminile (ammesso e concesso che le piacciano le donne). Lei si definisce un Don Giovanni o un fedelone? Ma queste donne devono essere rispettate oppure sono loro che non ci capiscono? E in questo caso mi riferisco al caso di Martina.
Cap.Zanetti: innanzitutto le donne mi piacciono, e molto. Amo l’universo femminile e se proprio devo essere sincero fino in fondo sono anche un pò femminista. Tendo sempre a valorizzare di più ciò che ha detto una donna rispetto all’impulso maschile. Sarà per questo che in genere con loro mi trovo spesso molto bene. Spesso, perchè se poi mi capita di trovarmi la donnina che mi parla della sua borsetta, del suo taglio di capelli o dei nuovi jeans, beh, forse lì è meglio una smanopolata a calcio balilla
Sono felicemente fidanzato da quasi 2 anni, con in testa un sacco di progetti da condividere con la mia ragazza.
Credo inoltre che se le donne dovessero governare il mondo ci sarebbero molte meno guerre perchè d’altronde si sa, statisticamente chi invade altri Stati porta addosso problemi che nascono essenzialmente da una propria repressione sessuale.

Beppojosef: Cap.Zanetti sappiamo che lei è abbastanza impegnato nelle fila dei DS.
Cap.Zanetti: qua si sbaglia. Le fila dei DS non esistono più e il mio impegno è partito successivamente al loro scioglimento. Credo nel progetto del Partito Democratico e mi sono messo in gioco per quello. Credo più di tutto nella voglia di rinnovamento e nel superamento di vecchie stanche fasi politiche. Credo che al giorno d’oggi stia imperversando un egoismo che il Maestro (Guccini) definirebbe sdrucciolo, scivoloso, su cui non abbiamo molti mezzi di difesa.
Dobbiamo recuperare un collettivismo che si sta man mano smarrendo perchè le grandi battaglie non si vincono mai da soli, ma c’è il bisogno di un gruppo.
Abbiamo il dovere di combattere il rifiorire di vecchie ideologie, di vecchie anomalie storiche, il tentativo di cambiare ciò che è stato con ciò che si vorrebbe fosse. Il revisionismo storico è alla base di nuovi tentativi autoritari. Ma questo è un concetto troppo complesso per esprimerlo in due parole

Beppojosef: Nell’ultima intervista si è parlato di Mr.Barry e di quello che fa in politica in Svizzera. E’ un’utopia qua in Italia?
Cap.Zanetti: purtroppo no. Non è un’utopia perchè come ho commentato nel suo 3ad ci sono le liste civiche in Italia che non hanno connotazione politica. Purtroppo hanno preso piede in Italia queste forme di dissenso, dopo Tangentopoli, e hanno rovinato il panorama politico italiano. Le civiche sono piccoli gruppetti per persone con interessi personali. Nascono e muoiono nel giro di un secondo, non devono rendere conto a nessuno, non hanno un sistema democratico molto avanzato, sono per la maggior parte gruppi di conoscenti che si mettono insieme perchè si fidano uno dell’altro e sanno spartirsi le poltrone.
Purtroppo questo ha impedito che in Italia crescessero classi dirigenti capaci e infatti ora ci troviamo con le solite persone da anni, che non hanno risolto i problemi prima, figuriamoci adesso che son più vecchi e rimbambiti.

Beppojosef: I miei agenti segretissimi Beppo006 e Beppo008 dicono che lei sia anche impegnato nel campo del cinema.
Cap.Zanetti: e io le confermo quello che i suoi agenti le hanno detto. Sono un amante del cinema, ma è una passione ereditata da mio padre. In famiglia abbiamo questa grande passione e siamo attivi in un cineforum dai numeri molto elevati. 2000 soci e 4 serate a settimana. 25 films all’anno in rassegna più varie rassegne parallele al lunedì e a conclusione di tutto 3 giorni che chiamamo “le giornate del cinema” in cui invitiamo attori, registi e tanta altra roba. Giro per i festival del cinema, tra Roma e Venezia, occasioni che mi hanno permesso di conoscere due bellissime persone come Lallo e Kaiserniky.
Amo il cinema come forma di arte, credo ci sia bisogno di questi lati nella vita per far crescere culturalmente e socialmente un popolo. Il cinema inteso come forma di espressione, ma anche come movimento sociale, testimonianza di esperienze e di vite. Uno specchio della società che stiamo vivendo

Beppojosef: Ma a furia di fare tutte queste cose non si rischia di fare qualcosa male?
Cap.Zanetti: e non le ho ancora detto che gioco a calcetto (calcio a 5), ho l’abbonamento allo stadio e stavo per farmi anche quello del teatro. Sì, forse è vero, qualcosa si sacrifica, ma quello che mi spiace di più è che per seguire tutte le mie passioni quella che ne rimette di più è la mia ragazza. Direi che è proprio il fatto che le dedico meno tempo di quanto io desideri a portarmi a cercare di fare bene tutto quanto. La difficoltà è enorme, ma ne vale la pena. Ho 24 anni, il tempo a mia disposizione per starmene fermo ci sarà, ora ho voglia di esplorare il mondo.

Beppojosef: Cosa ama di più in una persona e cosa non sopporta?
Cap.Zanetti: Amo innanzitutto la sincerità. Odio chi ti nasconde le cose e soprattutto le doppie faccie. Non sopporto l’indifferenza e amo chi sa mettersi in discussione. Mi piace discutere con le persone e mi piace quando la controparte mi stimola con tesi contrarie alle mie. Ah, non mi piacciono le donne che dicono sempre di sì, mi ispirano le persone con pensieri e volontà autonome.

Beppojosef: Arriverà il giorno in cui lei…..
Cap.Zanetti: in cui io boh. Non ho progetto a lungo termine. Il progetto più a lungo termine che mi viene in mente ora è una convivenza con la mia ragazza, che spero comunque di ottenere nel più breve tempo possibile. Mi piace scrivere, ma non so se tutto ciò possa relazionarsi con un mio futuro. Mi piacerebbe, questo assolutamente sì, essere ricordato. Ci sono giorni in cui immagino il mio funerale; scorro le persone che potrebbero essere presenti, mi piacerebbe vedere il posto pieno, vuol dire che ho fatto qualcosa per tante persone.

Beppojosef: Anche se lei è un moderatore io questa domanda gliela faccio, ponga qualcuno sugli altari e butti qualcuno dalla torre di Scudettoweb.
Cap.Zanetti: Dalla botte non mi piace buttare una persona in particolare, ma come ho spiegato prima vorrei si perdesse un po’ quella dittatura di maggioranza e quella teoria che solo i numeri possono descrivere la realtà. Quindi chi si sente coinvolto, per me è giù dalla torre.
Sull’altare tutti quanti, indipendentemente. Devo metterne uno? Beppojosef, of course

Beppojosef: Ha qualcosa da dire ai nostri lettori?
Cap.Zanetti: se siete arrivati qua a leggere siete stati bravi, se avete qualche domanda ulteriore da farmi sono ben disposto a proseguire oltre questi 13 quesiti. E forza Inter, sempre e comunque!!!

Bene, grazie (anche per avermi messo sull’altare).
Salutiamo il nostro Cap. Zanetti e…. beh ma anche lei no eh? In questo momento gli occhi di Cap. Zanetti e quelli della Beppina sono fissi, solo che lui ha l’espressione da pilla, tant’è che non si è nemmeno tolto le cuffie, mentre lei sorride come …. come….

Panino:… UN’OCA!

Beppojosef Panino tu sei davvero un pericolo. Non ti porto più in trasmissione!
Signori un’applauso finale a Cap.Zanetti!

Mentre noi ci rivediamo, se volete, la prossima settimana, come di consueto, il martedì!

PANINO! TI HO GIA’ DETTO….

Condividi se ti piace!
Precedente Gazzetta di Superlega Apertura N.2 Del 06/10/2008 Successivo La sana economia italiana

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.