Non sogno, ma REAL(tà)


Real Madrid Campione d'Europa
(Foto: Rai News)

14 Champions League. Sono tante. E’ un numero mostruoso.
Ma altrettanto mostruoso è il numero 4.
4 Le Champions vinte da Carlo Ancelotti. Come lui nessuno mai nella storia.
La partita andata in scena ieri sera, che ha visto il successo del Real Madrid sul Liverpool, è molto italiana, sia nei modi che nei sentimenti.
Ancelotti è riuscito a valorizzare gli individualismi dei singoli ben amalgamandoli ed orchestrandoli, dando un’anima al gioco.
Partita iniziata in ritardo causa i parapiglia avvenuti nel perimetro di ingresso dello stadio (pagina di storia che l’Uefa probabilmente vorrà non ripetere nel futuro), ma poi le emozioni si sono susseguite, da una parte e dall’altra.
I Reds tentano di salire in cattedra, ma devono fare i conti con Courtois (in giornata di grazia).
Benzema nel corso del primo tempo trova la rete che viene però annullata per offside. Rapidi cambi di fronte dall’una e dall’altra parte. I blancos che non mollano e che per loro fortuna hanno una diga umana tra i pali. Nella ripresa approfittano con Vinicius Jr. di uno sbilanciamento non ben coperto dei Reds, per andare a segno. Ma la partita non termina lì, si susseguono i cambi di fronte, le emozioni. Klopp e Ancelotti che si sgolano dalle panchine. I giocatori spremono ogni loro energia per cercare di prevalere sull’avversario.
Alla fine stringendo i denti il Real Madrid porta a casa quel risultato di 1 a 0 che vale oro per la squadra, per la città e per molti che consideravano i vari componenti dello staff come bolliti.
Ancelotti non è più Re Carlo, è qualcosa di più. Il suo regno da questa notte ha confini più ampi.
Come è si è arrivati a questa finale, come ha giocato questa finale, come ha vinto questa finale è qualcosa che di monumentale. E riuscire a vincere per 4 volte la £coppa dalle grandi orecchie” è qualcosa di storico.

Articolo di Kaiserniky
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Full-immersion di sport e valori sommersi Successivo 16 anni di Blog!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.