Sinfonia Blaugrana



(Foto: Reuters)


Barcellona Campione d'Europa, è questo il verdetto di Wembley.
Un successo meritato e fortemente voluto dalla squadra blaugrana.
Peccato però, perchè il Manchester era partito bene, pressando e creando gioco, ma non ha saputo trovare lo spunto per andare in vantaggio, poi Pedro porta i catalani in vantaggio e da lì si comincia a capire che piega prenderà la partita.
Non serve a granchè la stoccata di Rooney che sigla il pareggio momentaneo perchè nel secondo tempo Messi prima e Villa poi, sigillano il 3 a 1 che vale per il Barca la 4^Champions.
Un successo importante, senza dubbio, dove la squadra spagnola ha espresso concretezza mista a bel calcio, una vera e propria orchestra dove i solisti non esagerano e lavorano comunque al meglio per tutto il gruppo. E i tre tenori dei catalani (Pedro, Messi e Villa) tutti e tre in rete.
Un successo anche di umanità con la scelta tecnica di Guardiola di lasciare in panchina capitan Puyol (entrato però verso la fine, come passerella per il trionfo)e di preferirgli da titolare Abidal la cui vicenda clinica è nota, ma per fortuna superata.
Peccato per il Manchester che, a parte la fiammata iniziale, ha espresso le cose migliori con Hernandez abile nell'andare in profondità e Rooney artefice di una prova di sacrificio con pressing a tutto campo, corsa, muscoli, ma anche classe.
Trionfo comunque anche di Fair-play tra le due squadre e tra i due allenatori, senza mai una polemica o uno screzio nei giorni e nelle settimane che hanno preceduto questa finale.
Correttezza e rispetto, bel gioco e vittoria…"qualcuno" a Madrid probabilmente sta rosicando… ma alla fine sul tetto d'Europa c'è il Barca Campione e tutto il resto non conta, con buona pace dei "polemici".

Articolo di Kaiserniky
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Un anno di Gazzetta di Superlega Successivo Auguroni Blog!!!!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.