Largo ai giovani?

Subito dopo il Mondiale del 2010 nefasto per i colori azzurri c'era stato un gran tumulto generale da parte di società, giocatori, e soprattutto tifosi, affinchè la Nazionale azzurra ed il calcio italico in generale tornassero ai fasti di un tempo, magari e soprattutto investendo sui giovani.
Il CT Prandelli, fedele al suo progetto piano piano sta riuscendo ad amalgamare il gruppo azzurro e allo stesso modo lo sta ringiovanendo con innesti nuovi e multietnici, purchè di valore ed utili alla causa.
Molti, subito dopo il mondiale chiedevano di svecchiare il nostro calcio, dando più spazio ai giovani anche nei club e senza dover per forza cercare i vai talenti fuori dai nostri confini.

In questi giorni si è disputato l'Europeo Under21, che per la cronaca ha visto vincitrice la Spagna imponendosi per 2 a 0 sulla Svizzera.
Proprio questo dovrebbe far riflettere su alcuni aspetti:
1)La Spagna dopo il Mondiale 2010 e la Champions col Barca porta in bacheca un altro trofeo.
E' forse la Nazione che più di ogni altra, in questi anni si sta dimostrando Il Paese in grado di scoprire e sfornare giovani talenti, sin dalle giovanili, con ottimi vivai
2)In Italia, è stata data poca visibilità ai giovani, L'Europeo sarebbe stata una buona vetrina.
Certo, lo scandalo scommesse ha forse più presa sul pubblico, ma se si vuole valorizzare i giovani, bisognerebbe dare spazio e pubblicità anche a loro, a prescindere dal fatto che i loro colleghi più famosi, anziani e ricchi abbiano fior fior di sponsor.
C'è anche da dire che gli azzurrini non si sono qualificati alla fase finale, ma con maggiore visibilità dell'intero torneo, ci sarebbe stata maggiore visibilità per tutti i loro pari-età.. dando un piccolo assaggio di quello che possono fare i giovani in ambito continentale, e creando anche aspettative e fame di successo anche per i nostri giovani e per i vivai azzurri.

Di sicuro gli osservatori delle maggiori squadre non si saranno persi i vari talenti di questa manifestazione, magari alcuni di loro saranno ingaggiati da squadre importanti e prestigiose, ma intanto in Italia si è fatta poca pubblicità all'evento.
Speriamo di non dovercene pentire in futuro, anche perchè in questi giorni è tempo di calciomercato, e tutte le squadre stanno mettendo mano al portafogli per comprare giocatori di talento.
Speriamo che qualcuno investa anche sui giovani (come il Milan con El Shaarawy) e non solo ed esclusivamente sui "famosissimi veterani".

Articolo di Kaiserniky
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Secondo raduno scudettiano: 18-19/06//2011 - 1^ parte Successivo Secondo raduno scudettiano: 18-19/06//2011 - 2^ parte

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.