Un grande uomo è per sempre

Quando il ricordo di una persona, i tributi a lei conseguiti e le parole spese dopo la sua morte sono quasi più forti di quelli che questa riceve in vita possiamo affermare di essere di fronte ad una leggenda, ad un mito. Così succede nella musica, nello spettacolo, nelle scienze. E così succede anche nello sport.
A quasi due mesi dalla sua scomparsa Giacinto Facchetti è stato iscritto questa mattina al Cimitero Monumentale di Milano. Un monumento, appunto. Calcisticamente e umanamente parlando El Cipe si è sempre contraddistinto per la sua signorilità e sportività e non è un caso che Massimo Moratti ne parli tutt’ora con affetto e sottolinei la sua mancanza.
Entra nella Leggenda di quegli uomini che hanno saputo onorare il proprio lavoro, la propria professione e con essa anche i propri avversari. E nella Leggenda di coloro che hanno saputo ricevere solamente complimenti, qualunque fosse la provenienza di essi.
Mi sembrava doveroso quindi omaggiare anche oggi, in questa giornata, un Presidente, un grande calciatore, ma soprattutto un grande Uomo.

Articolo di Zanetti Capitano
A cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente La Gazzetta di superlega: n.4 del 30/10/2006 Successivo il film del mese: Ottobre 2006

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.