La Juve ruggisce ancora

Come tutti ben sanno, il leone è considerato da tutti il re della foresta: questo perché riesce a abbinare una notevole stazza a una notevole forza che gli permette di non essere preda di nessun animale. E nonostante ci siano animali ben più grossi di lui, e magari anche più forti, essi se ne guardano bene ad avvicinarsi, ben consapevoli che sarebbe uno scontro molto cruento, in cui non ci sarebbe nessun vincente e tutti sarebbero sconfitti e feriti. Stasera, la Juve, per l’ennesima volta, ha dimostrato molte delle peculiarità che il leone mostra nel suo ambiente: è una squadra tosta, rognosa da incontrare e difficile da battere. Può capitare che possa perdere, ma le energie mentali e fisiche spese sarebbero senza dubbio molte. La sua aggressività e la voglia di vincere e recuperare il posto che le compete la rendono rispettata e talvolta temuta da tutti, anche se talvolta non è ritenuta la più forte. Certo, potrà capitare in futuro di perdere, e magari di vivere un momento di crisi, proprio come può capitare che un leone si ammali e passi dei momenti di difficoltà. Ci sta che la squadra possa vivere dei momenti di delusione per non aver raggiunto il proprio obiettivo proprio come ci sta che un leone possa venire sconfitto in uno scontro da qualche altro animale e debba alzare bandiera bianca. Nonostante ciò il leone può godere di un privilegio, proprio come la Juve: nonostante le delusioni, nonostante le sconfitte, nonostante non sempre egli possa vantarsi di essere il più forte, niente e nessuno gli toglierà il titolo di re della foresta…perchè quella è una di quelle cose che resta….indelebile….

Articolo di The Bosss
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Piangere miseria Successivo Gazzetta di Superlega Apertura: N.10 del 17/12/2007

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.