La Lega delle Leghe

“Mi sono fatto da solo, sull’elicottero volo ma non disdegno le fave ricordo soave della gioventù… Regalo immagini e suoni, tutti vi tengo buoni….”

Sentitelo come cantalo Losilviolo Tacchiforti, Super Presidente della Lega delle Leghe di SW !
Giornate felici, da canticchiarsele allegri sotto la doccia.
Arribra Ibra grazie all’asta costa, s’è trovato Rubinho al libero mercato.
Ora si tratta di spiegare il modulo nuovo a quel tontolone di Mister Risolo Ridolini.

“Adotteremo il 4-3-1-3 ! Basta una piccola modifica al regolamento di SW, riunisco il barlamento di lega ed emaniamo in men che non si dica un editto adatto alla bisogna…Speriamo che quel pignolone del Finotti non s’intermetta…”

Ascoltatelo come pensalo il Losolviolo Tacchiforti sul trono, in attesa di ricevere Mr.Risolo Ridolini..Prima la doccia e poi il trono ? Avete ragione anche Voi, cari sette candidi Lettori…E’ una domanda plausibile. Ma andrebbe posta al diretto interessato. E’ ancora in bagno. Dal trono al bidè. Gaudemus igitur !

“Ridolini s’accomodi…Ha presente Dida ? Faremo finta che ci sia ancora Dida in porta…Giocheremo con lo 0-4-3-1-3…Nulla da obiettare, immagino…”
“Presidente…Io direi…”
“Bene Ridolini, si comincia da subito…Stupiremo il mondo di SW, sono o non sono il Super Presidente della Lega delle Leghe….?”
Un’ambulanza danza in lontananza. Mica per Tacchiforti, cosa andate a pensare? Arriva. Portano via me, la Vostra povera Candida Cannafò, fuori dal registro. L’ha chiamata il Direttore di questo Blog, il. Dr.Lallo Tarallo. Non ne sono sicura ma Melo immagino. E’ stato Lui, il Vetusto Direttore per antonomasia. Per levarsi un dente dolente. Riaprono i manicomi per me, e sarò espulsa dall’ordine dei free lenz. Solo perché mi trovavo, Candida, a Palazzo…E ho sentito tutto. Era mio dovere scrivere, ma non mi capisce nessuno. Che duro il mestiere di vivere e raccontare.

Candida Cannafò Free Lenz pre caria. Internata.

Articolo di SuperPadre Pio
A Cura del Gruppo Giornalistico di ScudettoWeb

Condividi se ti piace!
Precedente Botti di fine mercato Successivo La solitudine del numero zero

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.